Seta – Alessandro Baricco

2018-03-19T09:57:03+00:00 By |
IBS Amazon
LaFeltrinelli Mondadori
IBS Amazon LaFeltrinelli Mondadori

Pubblicato dalla casa editrice Rizzoli nel 1996, Seta un romanzo o meglio una storia di Alessandro Baricco.
Ambientato nella seconda metà dell’Ottocento, narra del giovane commerciante di bachi da seta Hervè Joncour.

Benché suo padre avesse immaginato per lui un brillante avvenire nell’esercito, Hervè Joncour aveva finito per guadagnarsi da vivere con un mestiere insolito, cui non era estraneo, per singolare ironia, un tratto a tal punto amabile da tradire una vaga intonazione femminile.
Per vivere, Hervè Joncour comprava e vendeva bachi da seta.
Era il 1861. Flaubert stava scrivendo Sallambô, l’illuminazione elettrica era ancora un’ipotesi e Abramo Lincoln, dall’altra parte dell’oceano, stava combattendo una guerra di cui non avrebbe mai visto la fine.
Hervè Joncour aveva trentadue anni.
Comprava e vendeva.
Bachi da seta.

Lascia dunque il suo paese nel meridione della Francia e la moglie Helene, per recarsi ben quattro volte in Giappone, un luogo che all’epoca era davvero considerato la fine del mondo. Il suo compito è quello di acquistare minuscole uova di bachi da seta perché quelle degli allevamenti europei prima, e del vicino Oriente poi, sono state attaccate da epidemie rendendole inutilizzabili.
In questa parte remota del globo conosce il potente Hara Kei, l’uomo per cui tutti, in quel paese, esistevano, da cui acquista le uova. Qui rimane affascinato da una giovanissima donna, segno del dominio che questo signore esercita.

…sdraiata accanto a lui, immobile, la testa appoggiata sul suo grembo, gli occhi chiusi, le braccia nascoste sotto l’ampio vestito rosso che si allargava tutt’intorno, come una fiamma, sulla stuoia color cenere. Lui le passava lentamente una mano nei capelli: sembrava accarezzasse il manto di un animale prezioso, e addormentato.

Lei non è orientale e sa parlare solo il giapponese, ma i due riescono a comunicare attraverso gli sguardi. Il mistero che la avvolge in quel mondo estraneo e lontano è qualcosa di irresistibile. La visione di lei diventa un sogno irrealizzabile. Ogni viaggio lo lega sempre di più al paese del Sol Levante; ogni volta porta con sé piccoli particolari che lo attraggono come una poderosa calamita dalla quale non può sottrarsi. E’ la storia di un desiderio inappagato, di un’illusione d’amore. Questa donna sconvolge la relazione coniugale di Hervè e il dolore lento della nostalgia per una vita che non potrà mai vivere trova ampio spazio nel suo cuore. Così Hervè assiste alla propria vita senza ambire a viverla davvero e affronta situazioni pericolose, viaggi in luoghi improbabili e ancor più remoti.

Non è una storia amata da tutti. Io trovo che sia un racconto dolce, delicato e prezioso come la seta. Narra di silenziose passioni e amori non comuni, animati da un’idea di bellezza sfuggente, lontana ed eterea. Una favola malinconica ed evocativa, ricca di immagini e tutt’altro che superficiale.
Si legge in un’ora. Non abbiate perciò timore. Se non dovesse trasmettervi alcuna emozione positiva o lo trovaste vacuo, avrete “sprecato” pochissimo tempo, ma se al contrario ci troverete l’incanto e la poesia, l’intensità e l’originalità che spero, avrete trascorso un’ora in magnifica compagnia.

www.my-libraryblog.com

Compra il libro in uno dei più grandi portali italiani!

IBS Amazon LaFeltrinelli Mondadori

Compra il libro in uno dei più grandi portali italiani!

IBS Amazon
LaFeltrinelli Mondadori