Senilità

Riassunto e recensione del libro

Senilità

Senilità fu pubblicato per la prima volta nel 1898 senza ottenere alcun successo. Fu solo nel 1927 quando Joyce dichiarò pubblicamente di apprezzarlo che cominciò ad essere considerato un capolavoro. Protagonista del racconto è il trentacinquenne Emilio Brentani, invecchiato anzitempo e tormentato dal pensiero di una vita inutilmente trascorsa. Vive a Trieste ed è un modesto impiegato, ma grazie ad un romanzo scritto negli anni della giovinezza, gode presso i conoscenti di una piccola fama di letterato. La sua conoscenza del mondo è filtrata attraverso i libri, la lettura, la sua vita è prudente, quasi in difesa e non si snoda attraverso esperienze dirette e partecipazioni emotive. Egli è un debole, un inetto, un uomo che pur di non ammettere queste sue caratteristiche, mente a sé stesso e si richiude entro le mura domestiche e sotto la protezione della sorella Amalia, consumatasi anch’essa nel grigiore e nella solitudine.
La monotonia della propria vita piccolo-borghese e la delusione derivata dai suoi sogni mai realizzati lo inducono a intraprendere una relazione con la bella Angiolina, in cui vede incarnati i simboli della bellezza vitale e persino della salute fisica. Ma la scoperta delle menzogne, dei sotterfugi e dei tradimenti della ragazza non lo allontanano da lei. Egli la trasforma quasi in una figura pura e angelica cioè in quanto di più lontano c’è dalla superficiale e bugiarda “Ange”.

A contrastare la figura di Emilio c’è quella di Stefano Balli di cui Amalia è innamorata. Egli è forte e dominatore, carismatico e presuntuoso e soprattutto ha successo con le donne. È’ tutto quello che Emilio non ha il coraggio di essere, ma mentre Emilio reagisce agli eventi con un odioso vittimismo, Stefano maschera i propri limiti con una specie di delirio di onnipotenza. Svevo delinea l’inetto con maestria, raffigura il debole che cerca di atteggiarsi ad uomo, ma che è terrorizzato dalla realtà, l’incapace di vivere che riesce solo a camuffarsi e a nascondersi.
E’ la storia di un fallimento, la storia di chi vede trascorrere la propria vita senza riuscire a viverla, di chi si chiude in una senilità precoce e guarda al passato come un vecchio alla sua gioventù. E’ la storia di chi si crea alibi e false rappresentazioni di se stesso per non incorrere in penose consapevolezze.

www.my-libraryblog.com

Senilit Di Italo Svevo - Riassunto

Senilit Di Italo Svevo - Riassunto

Simonelli Editore. 2012

Vi sono dei libri fondamentali che dovreste assolutamente conoscere per evitare di fare brutte figure durante una conversazione sul lavoro, in societ oppure a scuola e non avete ancora avuto "il tempo di leggere"? Ecco il "Pronto Intervento" per tappare velocemente le vostre falle culturali, i Riassunti di Farfadette vi offrono per ogni libro, in poche chiare paginette, tutto quello che dovete sapere. Il Riassunto di Senilit di Italo Svevo, uno dei capolavori dell'autore con la memorabile...

Senilità

Senilità

E-text. 2013

Scritto nel 1898 ha per protagonista un uomo abulico e infelice, incapace di affrontare la realtà e che ad essa costantemente soccombe, ma che al tempo stesso tenta di nascondere a se stesso la propria inettitudine, sognando evasioni, cercando diversivi, giustificazioni e compensi. Attraverso una lucida analisi dei processi dell'inconscio, delle sue canalizzazioni e delle sue mascherature, Svevo smonta l'io del protagonista, rivelando le complesse stratificazioni della psiche umana, la sua...

Senilità

Senilità

Senilità. Audiolibro. CD Audio formato MP3

Zeno e gli altri: l'inettitudine in Italo Svevo

Zeno e gli altri: l'inettitudine in Italo Svevo

2016-11-22 - Libero Pensiero

L'inettitudine è un tema cardine della letteratura europea del '900: non solo Zeno Cosini e Emilio Brentani, protagonisti rispettivamente della Coscienza di Zeno e di Senilità (secondo romanzo di Svevo), ma anche il Mattia Pascal di Pirandello, L'uomo...

CHE FUORI TEMPO CHE FA / Diretta e ospiti: chiusura con Tre ...

CHE FUORI TEMPO CHE FA / Diretta e ospiti: chiusura con Tre ...

2016-12-04 - Il Sussidiario.net

Giuseppe Sgarbi racconta l'infanzia di Vittorio, "punito" nell'istituto dei Salesiani per aver "letto 30 pagine di Senilità di Italo Svevo", libro considerato proibito all'epoca. Da Fazio su parla poi di "Dall'ombra alla luce. Da Caravaggio a Tiepolo...

James Joyce and Italo Svevo: The Story of a Friendship review

James Joyce and Italo Svevo: The Story of a Friendship review

2016-11-12 - Irish Times

Schmitz had strong literary interests from an early age: his novel Una Vita was published under the pseudonym Italo Svevo in 1892, and another, Senilità, in 1898. Both were ignored by the Italian literary establishment, and Schmitz, who was easily...

Recensione: Senilità, di Italo Svevo

Recensione: Senilità, di Italo Svevo

2015-03-13 - MeLoLeggo

Senilità è il secondo romanzo scritto da Italo Svevo, pubblicato nel 1898, che però non fu accolto favorevolmente dal pubblico. In questo romanzo l'autore affronta il tema dell'inettitudine che viene incarnata in modo magistrale dal personaggio di...

Commenti

commenti

Top