Scusa ma ti chiamo amore

Riassunto e recensione del libro

Scusa ma ti chiamo amoreIl romanzo Scusa ma ti chiamo amore di Federico Moccia viene pubblicato nel 2007 dalla casa editrice Rizzoli.
Una mattina, alla guida del suo suv Mercedes, il pubblicitario 37enne Alex si scontra con la studentessa 17enne Niki. L’incidente stradale causato dalla fretta di lei per evitare la R di ritardo sul registro e dalla distrazione di lui fortunatamente non ha grosse conseguenze. Niki, volendo però raggiungere la scuola per tempo, chiede al suo investitore di accompagnarla. Così nasce la loro storia d’amore. Trascorrono sempre più pomeriggi in giro per Roma, a Fregene in spiaggia, in via del Corso. Ma tra i due la differenza di età si fa presto sentire: Niki non sa come comunicare la sua nuova storia alle sue inseparabili amiche e ancor più non sa come parlare ai suoi genitori. Vorrebbe andare in vacanza con lui, ma non sa come fare perché, anche se ancora per poco è, minorenne.
Ma ad infrangere il sogno d’amore di Niki giunge la ex fidanzata di Alex, Elena, che poco tempo prima lo aveva lasciato dopo la proposta di matrimonio di lui. Alex inspiegabilmente lascia Niki che, dopo la maturità, parte per la Grecia, accompagnata dalle sue amiche. Ma Alex si rende conto di non amare Elena e di essere stato ingannato; parte così alla ricerca di Niki per stare finalmente con la ragazza di cui si è sinceramente innamorato. Insieme danno vita ad una fuga folle per rifugiarsi in un faro: scena che le giovani sognatrici romantiche non dimenticheranno così presto…
Dalle tormentate vicende di Step e Babi a quelle di Alex e Niki: trentasette anni lui, diciassette lei. E’ amore? Oppure Alex ha solo trovato nella giovane e intelligente Niki venti anni di meno e niente di più? Un uomo maturo, di successo, può effettivamente innamorarsi di una liceale?
Lo scorso fine settimana è uscito al cinema l’adattamento cinematografico di questo romanzo rosa. E come c’era da aspettarsi, numerose sono state le polemiche. C’è chi ha parlato di un ritratto di società moderna, chi si è scandalizzato per la decisione di proiettare la prima del film in una scuola superiore della capitale, ritenendolo altamente diseducativo e chi chiaramente non può fare a meno di sognare l’incontro con il principe azzurro, soprattutto se questi ha anche solo una minuscola parte del fascino di Raoul Bova che, nel film, interpreta Alex.
Per quanto riguarda il tema, io credo fermamente che l’amore può non avere età. Intendo dire che senza dubbio ci può essere un sentimento sincero tra una ragazza e un uomo maturo o viceversa. E’ ancora più raro, ma certamente non lo si deve escludere a priori. Certo è più facile gridare allo scandalo se si tratta di coppie non famose, non vip. Per chi fa parte del mondo dello spettacolo, della televisione, etc… il metro di giudizio è chiaramente diverso.
Per quanto riguarda il libro, senza dubbio fa sognare migliaia di adolescenti che non potranno fare altro che etichettarlo come capolavoro e che penseranno a Moccia come al profeta del nuovo millennio. Personalmente penso sempre ad una grande e furba operazione di marketing; senza dubbio un’operazione commerciale studiata nei dettagli. Di certo di questo si deve rendere merito all’autore. Non tutti, pur volendo avere visibilità a tutti i costi, sarebbero in grado di creare questa bagarre. Bagarre che non fa altro che amplificare le vendite del libro e accrescere il successo al botteghino.

www.my-libraryblog.com

Scusa ma ti chiamo amore

Scusa ma ti chiamo amore

Bur. 2011

MICHELE MONINA è nato ad Ancona nel 1969. Scrittore e giornalista, vive e lavora a Milano. Tra i suoi libri: Furibonde giornate senza atti d’amore (PeQuod 1998), God Less America, con Cristina Donà (Mondadori 2003), Vale va veloce (Tropea 2006). Ha co-firmato l’autobiografia di Mondo Marcio (Mondadori 2006) e pubblicato GeneRAPzione. Viaggio nell’hip hop italiano da Celentano a Fabri Fibra (Rizzoli 2007). Scrive, fra gli altri, per “Panorama”, “Genteviaggi” e “GQ”

Diario di un sogno

Diario di un sogno

Cercasi Niki disperatamente

Cercasi Niki disperatamente

A volte è difficile capire una persona, anche se la conosci bene. Se poi è una ragazza, è veramente difficile. Se poi quella ragazza l'hai vista per soli cinque minuti, allora è veramente impossibile. Eppure sono sicuro che qualcosa su di lei l'ho capito. Nel romanzo "Scusa ma ti chiamo amore" l'ho chiamata Niki. Ma tu, chi sei veramente Niki? Ti ho cercata lungo le strade. Mi sono voltato ogni tanto inseguendo un sorriso nel vento, quel muoversi di capelli. Non eri tu. Ma non ho dubbi su...

Scusa ma ti voglio sposare

Scusa ma ti voglio sposare

Rizzoli. 2011

Alex e Niki, innamoratissimi più che mai, sono appena tornati dal faro dell’Isola Blu dove hanno vissuto giorni indimenticabili. Niki ritrova le sue amiche del cuore, cresciute e piene di nuovi impegni. Ma presto le Onde dovranno affrontare grandi cambiamenti mettendo a dura prova la loro amicizia.Alex riprende la sua vita di sempre, ufficio, calciotto e i vecchi amici. Ma proprio loro, Flavio, Enrico e Pietro, da mariti sereni e sicuri, finiscono per affrontare talmente tante difficoltà di...

Nicolas Vaporidis stella di "Finchè giudice non ci separi"

Nicolas Vaporidis stella di "Finchè giudice non ci separi"

2016-11-29 - Il Friuli

Ti amo in tutte le lingue del mondo i titoli più conosciuti), Augusto Fornari (Il Commissario Manara), Luca Angeletti (Scusa ma ti chiamo amore e Scusa ma ti voglio sposare di Federico Moccia), Laura Ruocco, lunga carriera nel teatro musicale e nel...

Una canzone per te/ Su Italia 1 il film con Emanuele Bosi diretto da ...

2016-11-27 - Il Sussidiario.net

Una canzone per te, il film in onda su Italia 1 oggi, domenica 27 novembre 2016. Nel cast: Emanuele Bosi e Michela Quattrociocche, alla regia Herbert Simone...

“Finchè giudice non ci separi” al Teatro San Babila

“Finchè giudice non ci separi” al Teatro San Babila

2016-11-13 - Sempione News (Comunicati Stampa) (Registrazione) (Blog)

Tra il 2007 ed il 2009 lo vediamo in Holy Money di Maxime Alexandre e Questa notte è ancora nostra di Miniero e Genovese, nel film Sbirri e nel ruolo di Enrico in Scusa ma ti chiamo amore e Scusa ma ti voglio sposare di Federico Moccia. Parallelamente...

Scusa ma ti chiamo amore, Raoul Bova trentenne in crisi (e bellissimo)

Scusa ma ti chiamo amore, Raoul Bova trentenne in crisi (e bellissimo)

2016-06-20 - TvZap

Si scherza naturalmente, impossibile giudicare chi non resiste al fascino di Raoul Bova: e in Scusa ma ti chiamo amore, film del 2008 diretto da Federico Moccia tratto dal suo omonimo libro per adolescenti, l'attore romano è davvero in stato di grazia....

Commenti

commenti

Top