Libri2020-01-16T17:35:06+00:00

Libri – Le ultime recensioni

Confessioni di una maschera – Yukio Mishima

Confessioni di una maschera

“Confessioni di una maschera”, pubblicato da Feltrinelli, è uno dei primi scritti di Yukio Mishima, scrittore giapponese morto suicida nel 1970. È un libro che ho amato moltissimo e che, nonostante sia del 1949, continua a mantenere la sua potenza, la sua estrema forza. Di chiara ispirazione autobiografica, narra i conflitti più intimi del protagonista nello scoprire la sua omosessualità. Una continua lotta con sé stesso e l’ambiente che lo circonda, uno scontro tra desiderio e morte, tra Eros e Thanatos, tra la pulsione di esistere e quella di soccombere.

“Mentre stavo lì a guardare, fui sopraffatto all’improvviso da un malessere, un tormentoso, inesplicabile malessere. Somigliava al capogiro che avrebbe potuto venirmi dall’osservazione prolungata della sbarra oscillante, ma questo non c’entrava per niente. Doveva trattarsi d’una vertigine mentale, di una irrequietezza in cui il mio intimo equilibrio rischiava di essere distrutto dalla vista di ciascun movimento pericoloso di Omi. E questa mia instabilità era resa ancor più precaria dal fatto che nel suo interno due forze contrarie cercavano di attirarmi, lottando per ottenere la supremazia. Una era l’istinto di conservazione. E la seconda forza – che mirava, anche più profondamente, più strenuamente, alla totale disintegrazione del mio equilibrio interiore – era una spinta al suicidio, quell’impulso sottile e segreto a cui un individuo si arrende spesso inconsciamente.”

Il protagonista ripercorre la sua vita attraverso i ricordi dell’infanzia, poi quelli dell’adolescenza ed infine quelli dell’età di giovane adulto. Potente la lucida confessione delle esperienze che l’hanno portato a conoscersi; intenso il racconto della “diversità” che si cela nel trucco di un bambino che irrompe nel salottino di casa, al cospetto della famiglia, nella forte attrazione per il suo compagno di scuola media Omi, energico e muscoloso, nell’assoluto difetto di desiderio per l’altro sesso. Indossa una maschera disperata perché non può vivere la propria autentica identità, non può accettarsi come uomo differente dagli altri uomini. E quando incontra Sonoko si illude di poter vivere una “normale” storia d’amore, crede di poter rientrare nei canoni della rispettabilità comunemente considerata. Si impegna con lei, tenta di essere come tutti e di provare attrazione per una donna. Ma “le emozioni non hanno simpatia per l’ordine fisso” e nulla cambia nel suo essere, nei suoi sentimenti, nella sua realtà complicata e nascosta dalla maschera degli usi e delle convenienze sociali.

Il secondo conflitto mondiale, scoppiato nel frattempo, acuisce in un certo senso il dissidio, la pena, il senso di fallimento e disperazione del protagonista.

“Nel settembre del 1944, l’anno prima che finisse la guerra, mi diplomai nella scuola che avevo frequentato fin dall’infanzia e m’iscrissi a una certa università. Poiché mio padre non mi consentiva altra scelta, dovetti rassegnarmi a far legge. Ma la decisione non mi costò gran che, convinto com’ero che presto mi avrebbero chiamato sotto le armi e sarei morto in battaglia, e che anche la mia famiglia sarebbe misericordiosamente perita durante un bombardamento aereo, senza che si salvasse un solo membro.”

Una confessione che esplora i meandri più reconditi della persona attraverso una prosa elegante, ritmata e di grandissima sensibilità. Forse il libro migliore di Mishima.

by |Gennaio 14, 2020|

Foschia – Anna Luisa Pignatelli

Foschia di Anna Luisa Pignatelli - Non poteva che chiamarsi “Foschia” l’ultimo romanzo di Anna Luisa Pignatelli, edito Fazi editore. Tutto è velato in questo racconto, ogni cosa è caratterizzata da una scarsa visibilità, da un problematico riconoscimento. Ambientato in Toscana, Foschia è una storia familiare dallo stile asciutto e intenso. Ne è protagonista Marta che, ormai adulta e afflitta da una malattia, decide di andare a ritroso con i ricordi e ripercorrere l’incontro tra i suoi genitori, la sua infanzia, la sua giovinezza, la sua intera esistenza.

by |Aprile 10th, 2019|

Più donne che uomini – Ivy Compton Burnett

Più donne che uomini di Ivy Compton Burnett - Rilanciato da Fazi, Più donne che uomini è stato per me una splendida scoperta. Mi ero imbattuta nel nome di Ivy Compton-Burnett leggendo il delizioso romanzo breve “La sovrana lettrice” di Alan Bennett, senza riuscire ad approfondirne in seguito la conoscenza. Ciò che allora maggiormente mi incuriosì fu il fatto che fosse considerata “davvero troppo impegnativa” e che una sera “la sovrana lettrice”, cercando un libro per conciliare il sonno, avesse tirato fuori da un angolo della sua libreria proprio un libro di Ivy Compton-Burnett, ricordandone la difficoltà nella lettura. Quanto si sbagliava…

by |Marzo 28th, 2019|

Sette secondi – Caterina Ambrosecchia

Sette secondi di Caterina Ambrosecchia - Quanti secondi vi occorrono per decidere di andare in vacanza con delle semisconosciute? Si erano avvicinate e mi avevano coinvolta calorosamente, fu solo al momento dei saluti che una di loro mi lanciò un: “Noi andiamo a Mykonos quest’estate, vuoi venire?”. Così senza preavviso. La domanda risuonò come se mi fosse pervenuta per effetto di un’eco. Erano stati sufficienti pochi secondi per rispondere – ne avevo contati mentalmente sette, il mio numero fortunato -, e di getto avevo risposto: “Sì”. Sette secondi dunque, questo il tempo occorso a Elena, io narrante del secondo romanzo della materana Caterina Ambrosecchia, per scegliere di imbarcarsi su una nave con destinazione Mykonos.

by |Marzo 25th, 2019|

Una donna può tutto – Ritanna Armeni

Una donna può tutto di Ritanna Armeni - Oggi mi sembra una buona occasione per scrivere di un libro coinvolgente sia per le sue implicazioni femministe che per quelle storiche. “Una donna può tutto”, edito Ponte alle Grazie e scritto da Ritanna Armeni, è la storia delle Streghe della notte, un reggimento sovietico composto da sole donne. Grazie alla testimonianza dell’anziana e “ultima Strega” Irina Rakobolskaja, la Armeni ha puntato un riflettore su una particolarissima esperienza, relegata in qualche angolo della memoria storica, svoltasi nell’Europa di inizio anni Quaranta. Per quanto la Russia fosse a quei tempi un luogo in cui il lavoro femminile aveva già acquisito un certo peso sociale ed anche in guerra alcune donne avevano ruoli prettamente militari, un battaglione di sole donne non si era mai formato prima di allora.

by |Marzo 8th, 2019|

Confessione di un amore ambiguo – Angelo Di Liberto

Confessione di un amore ambiguo di Angelo Di Liberto - Edito Centauria, Confessione di un amore ambiguo è un romanzo di Angelo Di Liberto. Narra di Lauri e Alma, chirurgo lui, disegnatrice lei, e del loro intenso amore. Sposati da dodici anni, vivono a Palermo, nella villa Ducrot, un’antica dimora affacciata sul mare. L’incubo ha inizio una notte.Cosa ti ha spinto a riempire due valigie in fretta, quelle piccole che avevi quando ci siamo conosciuti dodici anni fa, tralasciando ciò che credevo reputassi imprescindibile, me e questa casa?Lo hai fatto per lui? Per Alfredo? Un tuo allievo, un modello dell’accademia, l’agente che ha organizzato il nostro viaggio a Barcellona, un amico occasionale.Alma scompare portando con sé un tailleur grigio, qualche gioiello e alcuni disegni. Possibile che sia andata via? Perché durante la notte lo ha chiamato Alfredo?Si innesca così lungo soliloquio da cui si evince una relazione profonda e fuori dal comune, un rapporto potente e totalizzante.Eravamo un universo a parte. Ti ho amata anche se combattevo una resistenza interiore, un miscuglio di amor propri, paura, diffidenza, rifiuto di essere scoperto, che qualcosa di me venisse scalfito.Non volevo scoprirmi, svelarmi del tutto, perché un uomo innamorato è un uomo finito. Amare qualcuno senza poterci vivere accanto è come morire.

by |Febbraio 25th, 2019|

Le nostre interviste

Le ultime novità editoriali

Aforismi, frasi celebri e piccoli passi

Videorecensione di "La rampicante" di Davide Grittani

“La rampicante” di Davide Grittani, pubblicato da LiberAria Editrice , è un piccolo gioiello. Racchiude una trama complessa, ricca di sfumature e contrasti, zeppa di contraddizioni e ambiguità, proprio come la vita. Una scrittura lineare, lucida, a tratti cinica. Ve ne suggerisco fortemente la lettura!Antonella Giustizieri

Pubblicato da My library su Venerdì 24 maggio 2019
Seguimi su Facebook

Fate come gli alberi: cambiate le foglie, ma conservate le radici. Quindi, cambiate le vostre idee ma conservate i vostri princìpi.

Victor Hugo
Le ultime novità editoriali Le nostre ultime recensioniLe recensioni più viste
Sommario
My Library - Recensioni libri e tanto altro...
Titolo
My Library - Recensioni libri e tanto altro...
Descrizione
MyLibraryBlog è uno spazio nato da una profonda passione per il mondo della cultura e della comunicazione digitale. Si propone di incoraggiare la lettura e la libertà di pensiero, sempre nel rispetto delle differenti opinioni altrui.
Autore
Publisher Name
My LibraryBlog
Publisher Logo