Libri2019-03-08T21:21:33+00:00

Aforismi e piccoli passi

Le nostre ultime recensioni

Una donna può tutto – Ritanna Armeni

Una donna può tutto – Oggi mi sembra una buona occasione per scrivere di un libro coinvolgente sia per le sue implicazioni femministe che per quelle storiche. “Una donna può tutto”, edito Ponte alle Grazie e scritto da Ritanna Armeni, è la storia delle Streghe della notte, un reggimento sovietico composto da sole donne. Grazie alla testimonianza dell’anziana e “ultima Strega” Irina Rakobolskaja, la Armeni ha puntato un riflettore su una particolarissima esperienza, relegata in qualche angolo della memoria storica, svoltasi nell’Europa di inizio anni Quaranta. Per quanto la Russia fosse a quei tempi un luogo in cui il lavoro femminile aveva già acquisito un certo peso sociale ed anche in guerra alcune donne avevano ruoli prettamente militari, un battaglione di sole donne non si era mai formato prima di allora. Accadde grazie alla tenacia dell’aviatrice Marina Raskova.

Di lei si diceva che avesse sbattuto con forza il pugno sulla scrivania di Stalin esclamando “Una donna può tutto”. Che questo episodio sia vero o meno poco importa, quello che qui si vuole sottolineare è che “Una donna può tutto”, motto del reggimento, è soprattutto una storia di emancipazione, di coraggio e di audacia. Una vicenda nella quale donne determinate hanno combattuto su almeno due fronti. Prima ancora delle battaglie contro i nazisti hanno affrontato gli scontri con gli stessi uomini dell’Armata Rossa, si sono ribellate alla loro diffidenza e ai loro pregiudizi. Non era certamente nell’ordine naturale delle cose che giovani donne lasciassero le loro occupazioni abituali e imparassero a volare e a combattere.

Quando l’esercito nazista invase la Russia portandosi a pochi Km da Mosca e l’Armata Rossa arretrava, il fronte russo rischiava una sconfitta pesantissima. Ed anche se l’istinto patriottico era incuneato sia negli uomini che nelle donne, non era ipotizzabile che si arruolassero anche queste ultime. Ma fu proprio questo che riuscirono a fare Irina e il suo gruppo costituendo un reggimento di sole donne, quello appunto delle Streghe, a cui vennero affidati i Polikarpov, caccia piccoli e duttili, invisibili ai radar.

C’è moltissimo in questa narrazione: c’è l’amore per la patria e per la disciplina, il lutto, l’amicizia, ma c’è soprattutto il desiderio di rivendicare un ruolo di parità, il bisogno di riscatto, la volontà precisa di eccellere in un campo di dominio prettamente maschile. E nelle intenzioni della bravissima Armeni c’è l’intenzione, riuscitissima, di agevolare il ricordo, di favorire quella memoria storica che tante volte latita e che tutti noi dovremmo perpetuare.

by |Marzo 8th, 2019|

Storia dei miei fantasmi – Francesco Borrasso

Storia dei miei fantasmi - Dopo la pubblicazione de “La bambina celeste”, Francesco Borrasso, con la sua raccolta di racconti “Storia dei miei fantasmi”, edita Caffè Orchidea, ha saputo nuovamente cogliere nel segno. Venticinque brevi storie ciascuna delle quali lascia una traccia, rivela emozioni ed evidenzia suggestioni. Un caleidoscopio di sentimenti, di modalità di affrontare la vita e di dinamiche relazionali vengono narrati con uno stile preciso ed efficace arrivando dritto a cuore e testa. Di capitolo in capitolo, di racconto in racconto lo scrittore tratteggia scorci di vita, dipinge autentici affreschi, scatta nitide istantanee delineando tutto un universo interiore.

by |Dicembre 18th, 2018|

Le assaggiatrici – Rosella Postorino

Le assaggiatrici - Entrammo una alla volta. Dopo ore di attesa, in piedi nel corridoio, avevamo bisogno di sederci. La stanza era grande, le pareti bianche. Al centro, un lungo tavolo di legno su cui avevano già apparecchiato per noi. Ci fecero cenno di prendere posto. Mi sedetti e rimasi così, le mani intrecciate sulla pancia. Davanti a me un piatto di ceramica bianca. Avevo fame.Ispirandosi alla storia vera di Margot Wölk, una delle assaggiatrici di Hitler, Rosella Postorino ha scritto un libro sorprendente e unico.

by |Dicembre 15th, 2018|

Matrigna – Teresa Ciabatti

Matrigna - Edito Solferino, Matrigna è l’ultimo libro di Teresa Ciabatti. La capacità che ha questa scrittrice di trasferire sulla pagina gli aspetti più difficili e scomodi dei rapporti familiari e di illuminare, in modo particolare gli angoli più bui della maternità, è straordinaria. La Ciabatti mi aveva già colto di sorpresa con il suo precedente libro “La più amata”, tra i finalisti del Premio Strega 2017, ma qui si è superata.

by |Dicembre 11th, 2018|

Una storia semplice – Leonardo Sciascia

Una storia semplice - È una storia complicatissima, su uno sfondo di mafia e droga, quella che Leonardo Sciascia racconta in “Una storia semplice”. Ispirato ad un fatto realmente accaduto, il furto di un Caravaggio, questo romanzo breve è un giallo siciliano in cui, pur senza proclami, emerge forte la condanna dello scrittore nei confronti dei mali della giustizia. Tutto inizia con una telefonata al commissariato di polizia nella sera della vigilia della “rutilante e rombante” festa di San Giuseppe.

by |Novembre 20th, 2018|

Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde – Robert Louis Stevenson

Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde - Opera dello scrittore scozzese Robert Louis Stevenson, Lo strano caso del dottor Jekyll e di Mr Hyde è un romanzo gotico ambientato a Londra nel XIX secolo. Il dottor Jekyll è un cittadino esemplare e un medico di chiara fama. È onesto e retto e l’intera sua vita è guidata da nobili principi morali. Ma l’apparenza non racconta tutto di lui.“In realtà il peggiore dei miei difetti era un temperamento irrequieto e allegro, che per molti uomini ha significato la felicità, ma che io trovavo difficilmente conciliabile col mio imperioso desiderio di andare a testa alta e di tenere in pubblico un contegno più grave del comune. Nacque così l’abitudine di nascondere i miei piaceri; e quando raggiunsi una maggiore maturità e cominciai a guardarmi intorno e a considerare la mia carriera e la mia posizione nel mondo, ero ormai completamente assuefatto a una profonda duplicità di vita”.

by |Novembre 13th, 2018|
Naviga tra tutte le recensioni

Le novità editoriali del mese

Seguimi su Facebook

Fate come gli alberi: cambiate le foglie, ma conservate le radici. Quindi, cambiate le vostre idee ma conservate i vostri princìpi.

Victor Hugo
Recensioni