Novità editoriali di settembre 2018 2018-09-06T10:11:19+00:00

Le novità editoriali di settembre 2018

Addio fantasmi – Nadia Terranova

Addio fantasmi di Nadia Terranova - Il 25 settembre arriva in libreria il nuovo romanzo di Nadia Terranova. Addio fantasmi, edito Einaudi Stile Libero, è la storia di Ida. Richiamata dalla madre a Messina, sua città natale, si ritrova circondata dagli oggetti di sempre. In vista della ristrutturazione dell’appartamento di famiglia è costretta, più che alla scelta di cosa tenere e cosa gettare via, ad affrontare il trauma della scomparsa del padre, avvenuta ventitrè anni prima. Non è morto, semplicemente è andato via senza più tornare, di punto in bianco. Quella perdita ha influenzato i rapporti, fatti di feroci silenzi, con la madre e soprattutto ha condizionato la sua formazione e la sua identità di donna. Una donna cresciuta nella paura e nel sospetto e che si è sempre specchiata nel vuoto della figura paterna. Ma è giunto il tempo che questo padre esca di scena. Non vedo l'ora di leggerlo!

By |Novità editoriali mensili: |0 Comments

L’idiota – Elif Batuman

È la storia della giovane Selin, ragazza prodigio e studentessa di Harvard. Ha grandi aspettative per il futuro, ma sin dall’inizio del suo percorso universitario scopre che le persone non sono come i personaggi dei suoi libri prediletti e che molte di quelle che aveva pensato fossero certezze, tali non sono. Per esempio scopre che l’amore è più banale e nel contempo più complesso di quanto si possa leggere, e scopre di essere un’idiota, come tutti. E per la prima volta capisce quanto è bizzarro e doloroso il desiderio, e quanto è difficile ottenere ciò che si vuole davvero. Elif Batuman racconta la giovinezza con umorismo e grazia, quel tempo in cui tutto accade per la prima volta e in cui impariamo in ogni momento. Giovinezza alla quale guardiamo con nostalgia, ma anche età in cui commettiamo lunghe sequele di errori e passi falsi, età delle idiozie, per l’appunto. Un tempo pieno di noia e di giri a vuoto, ma che nel momento in cui lo viviamo sembra decisivo e pieno di senso. È forse il modo in cui raccontiamo certi fatti della vita, il modo in cui ne facciamo "letteratura", che rende significativi certi eventi? Ai lettori la sentenza.

By |Novità editoriali mensili: |0 Comments