L’esclusa – Luigi Pirandello

2018-06-28T19:57:23+00:00 By |
IBS Amazon
LaFeltrinelli Mondadori
IBS Amazon LaFeltrinelli Mondadori

Pubblicato nel 1901 sulla rivista La Tribuna, L’esclusa, in origine Marta Ajala dal nome della protagonista, è il primo romanzo di Luigi Pirandello.
Il racconto è ambientato in Sicilia, dapprima nel paese natale di Marta, poi nella città di Palermo, luogo di potenziale realizzazione sociale in cui questa si trasferisce. Marta è una giovane donna ripudiata dal marito Rocco che crede di essere stato tradito. Il convincimento di Rocco scaturisce da una lettera indirizzata a Marta dal giovane deputato al Parlamento Gregorio Alvignani. Il ripudio della giovane rappresenta un’onta gravissima e crea immani sofferenze all’interno della sua famiglia d’origine. Il padre muore di dolore e umiliazione dopo qualche settimana e lascia sul lastrico l’intera famiglia. Marta è innocente, attende un bimbo da Rocco, ma viene emarginata e costretta a vivere nella vergogna e nella miseria. Riprende a studiare, partecipa ad un concorso per un posto di maestra nella scuola del paese, riesce a vincerlo, ma non ottiene il posto. Quale genitore avrebbe accettato un’insegnante per i propri figli macchiata dalla colpa dell’adulterio? Per questa ragione si trasferisce a Palermo insieme a madre e sorella dove ottiene, grazie all’intervento dell’ormai senatore Alvignani, un posto in un collegio. La sua vita migliora di gran lunga perché nessuno conosce il suo passato. E quando incontra nuovamente il giovane politico, credendosi innamorata, cede alle sue lusinghe e rimane incinta. Frattanto Rocco si convince della sua innocenza e vuole riaverla con sè…
Pirandello descrive abilmente il tema del contrasto tra ciò che appare e ciò che è.
E lo fa attraverso un racconto ricco di descrizioni dettagliate, di luoghi e società, di persone e caratteri; racconto in cui sono evidenti l’esclusione fomentata dall’inutile chiacchiericcio paesano, l’oppressione che ne scaturisce e i pregiudizi di una cultura e di un ambiente fortemente maschilista. Inoltre l’influenza della logica paterna, la cultura del sospetto e il ripudio come uniche soluzioni possibili perché accettate e riconosciute dai più, le difficoltà di riscatto sociale da una condizione femminile stereotipata, arricchiscono ulteriormente la narrazione con un’amara paradossalità e pessimismo.

A te è piaciuta la recensione de L’esclusa di Luigi Pirandello? Condividila su Facebook

www.my-libraryblog.com

Compra il libro in uno dei più grandi portali italiani!

IBS Amazon
LaFeltrinelli Mondadori