La rondine sul termosifone – Edith Bruck

2018-02-16T14:41:22+00:00 By |
IBS Amazon
LaFeltrinelli Mondadori
IBS Amazon LaFeltrinelli Mondadori

La rondine sul termosifoneOpera della scrittrice di origine ungherese Edith Bruck, La rondine sul termosifone è la storia della malattia vissuta dal poeta Nelo Risi, nei suoi ultimi anni di vita. Nata in una famiglia ebrea, la Bruck vive l’orrore dei campi di concentramento nazisti e la sua esistenza ne rimane segnata in modo indelebile. Quando arriva in Italia si innamora e sposa Nelo Risi, rimanendogli accanto sino alla sua scomparsa, avvenuta nel 2015. È una lettura triste e delicata che tocca nel profondo. Riguarda la trasformazione di un uomo in qualcuno che non è mai stato. Un uomo di bell’aspetto, di grande cultura e talento, sfuggente e sensibile che, con l’avanzare dell’Alzheimer, diventa prigioniero di una invisibile cella, offuscato dalla sua stessa mente, estraneo a se stesso, a chi lo ha amato e continua ad amarlo. Un poeta che non ricorda alcuna poesia, che non sa di aver lungamente letto e che non ha alcuna memoria della sua e dell’altrui scrittura. Uno strazio per chi lo ha conosciuto, per chi lo ha apprezzato come artista, forse ancor prima che uomo. Una sorta di diario questo della Bruck, una cronaca di pezzi di vita vissuta, di momenti trascorsi e ormai irrecuperabili. Si percepisce la fatica fisica di accudire un anziano malato e soprattutto l’angoscia di non sapere chi sia diventato. Domande ripetute all’infinito, richieste inconcepibili e visioni assurde popolano la vita del poeta e di chi continua a stargli accanto. Pochissimi i momenti di lucidità, numerosi i tentativi di non perdere la calma della scrittrice, estremamente tenero e sofferto il suo modo di narrarli. Un racconto dettato dalla necessità, dal desiderio di resistere ad una prolungata tempesta che, quando passerà, non lascerà spazio ad un autentico sereno. Rimangono le strette di mano al buio, segno di un amore tangibile, pur nell’oblio.
La rondine sul termosifone è di certo la testimonianza di un declino, il crollo delle certezze di un’intera esistenza, il dramma della malattia, il cedimento del corpo e della mente. Ma non solo. Questo scritto va oltre quello che immediatamente traspare. Questo scritto è soprattutto manifestazione di forza e coraggio, è segno di incredibile capacità di accettazione, è emblema di una resilienza che si pensa spesso di non possedere, è sopra ogni cosa struggente dichiarazione d’amore.

A te è piaciuta la recensione de La rondine sul termosifone di Edith Bruck? Condividila su Facebook

www.my-libraryblog.com

Compra il libro in uno dei più grandi portali italiani!

IBS Amazon
LaFeltrinelli Mondadori