La rampicante

Chi l’ha visto dice che una volta a terra avesse ancora la gioia incastrata tra i denti, come frattaglie di mele in mezzo alle finestre degli incisivi. Racconta che avesse un ghigno sornione mentre fissava un punto impercettibile, un’apparizione invisibile agli altri. Il femore sinistro aveva perforato muscoli e tessuti, s’era spezzato in due e il tronco più lungo tendeva i jeans come i piloni di un circo. Chi ha assistito allo schianto sostiene di non aver mai visto nulla del simile, ma dice pure che, nonostante la morte gli stesse alitando sul collo, Riccardo fosse ancora cosciente. E a suo modo persino felice.

Si tratta di un brano tratto dalla prima pagina dell’ultimo libro di Davide Grittani, “La rampicante”, pubblicato da Liberaria. È questo un libro che ho letto tutto d’un fiato, non per il desiderio di conoscere l’epilogo della storia, che conosciamo sin dall’incipit della narrazione, ma perché possiede una scrittura autentica e coinvolgente, incisiva ed emozionante.

Riccardo Graziosi, il protagonista di questo romanzo, muore in un incidente stradale poco più che trentenne, non lontano da casa.
Dal momento dell’incidente Grittani riavvolge il nastro sino a quindici anni prima. Torna al periodo dell’adolescenza del protagonista, ad un pomeriggio in particolare, quello in cui casualmente, in fondo ad un a cassetto, scopre i documenti che certificano la sua adozione.
Riccardo comincerà a sentirsi ai margini di questa famiglia, isolato ed incompreso, ritenendosi il destinatario di un amore “residuale”.

Un cerchio dentro cui non c’era posto anche per Riccardo, come quelle feste in cui, se guardi bene, trovi sempre uno taciturno, solitario, diverso perché all’oscuro dei codici del branco. Così fu allevato Riccardo, ai margini dell’epifania con cui per anni celebrarono l’arrivo di Isabella. E così crebbe, convinto che quella distanza fosse comune ad altre famiglie, mentre la sua infanzia veniva violata da un amore residuale.

Ma non soltanto il tema dell’adozione, della famiglia non più nido, non più rifugio, non più porto nel quale si può essere accolti, è trattato in questa narrazione. Tanta parte è dedicata ai bambini inascoltati, quelli problematici, quelli per i quali trovare a scuola un sostegno, di nome e di fatto, è davvero un’impresa.

“Edera, sono Riccardo. È successo qualcosa?”
“La maestra del sorteggio…”
“Sostegno Edera, sostegno” la corresse, anche se alla fine di sorteggio si trattava, visto che gliela cambiavano ogni mese perché non ce n’era una che riuscisse a starle al passo. Al passo delle sue stranezze, almeno questo emergeva dai rapporti con cui tutte chiedevano il trasferimento.

Ed ancora l’amicizia, l’usura, il terremoto e soprattutto la donazione di organi. Ecco: la donazione di organi, argomento del quale, generalmente, si dice poco e male e che pervade tutto questo romanzo. Affascinante, misterioso e crudele, questo metodo ridona la vita, al costo della vita stessa. Dalla lettura nascono riflessioni profonde e interrogativi disturbanti. Siamo in grado di comprendere il valore di un dono? Ne siamo degni?
Tutti i temi toccati e i personaggi coinvolti, ben dodici, costituiscono tessere di un puzzle a comporre una perfetta immagine del nostro tempo.
Un inno alla vita a dispetto dei contrasti, delle ambiguità e delle contraddizioni di cui essa spesso si nutre. È la natura stessa ad insegnarci come aggrapparci alla vita, è la maestra per eccellenza a giudicare da come la rampicante, in condizione di assoluta ostilità, riesca non soltanto a sopravvivere, ma anche a crescere e prosperare.

A te è piaciuta la recensione di La rampicante di Davide Grittani? Condividila su Facebook

www.my-libraryblog.com

La videorecensione di “La rampicante”

Videorecensione di "La rampicante" di Davide Grittani

“La rampicante” di Davide Grittani, pubblicato da LiberAria Editrice , è un piccolo gioiello. Racchiude una trama complessa, ricca di sfumature e contrasti, zeppa di contraddizioni e ambiguità, proprio come la vita. Una scrittura lineare, lucida, a tratti cinica. Ve ne suggerisco fortemente la lettura!Antonella Giustizieri

Pubblicato da My library su Venerdì 24 maggio 2019
Acquista ora
Acquista ora
Acquista ora
Acquista ora
Sommario
La rampicante - Davide Grittani
Titolo
La rampicante - Davide Grittani
Descrizione
La rampicante di Davide Grittani - "Chi l’ha visto dice che una volta a terra avesse ...." Si tratta di un brano tratto dalla prima pagina dell’ultimo libro di Davide Grittani, “La rampicante”, pubblicato da Liberaria. È questo un libro che ho letto tutto d’un fiato, non per il desiderio di conoscere l’epilogo della storia, che conosciamo sin dall’incipit della narrazione, ma perché possiede una scrittura autentica e coinvolgente, incisiva ed emozionante.
Autore
Publisher Name
My Library
Publisher Logo