La paranza dei bambini

Riassunto e recensione del libro

La paranza dei bambiniUltima opera di Roberto Saviano, La paranza dei bambini è stata pubblicata alla fine del 2016. Un romanzo questo, ma i cui personaggi di fantasia si calano perfettamente in una terrificante realtà sociale e ambientale. Lo spunto di questa narrazione arriva infatti da alcune intercettazioni presenti nei fascicoli dell’inchiesta sulla “Paranza dei bambini” condotta da alcuni pm di Napoli che ha condotto a numerose condanne tra giovanissimi. È la perfetta descrizione della camorra 2.0, orribile e ancora più spietata della generazione di Schiavone, costituita da ragazzini di quindici anni, poco meno o poco più, senza un domani, senza regole e senza paura. Una camorra che viaggia su internet attraverso smartphone e portatili, che si istruisce sui tutorial di you tube, che si ispira ai capolavori di mafia del cinema e si nutre dell’ideologia machiavellica. Fottuti e fottitori, queste le categorie di persone in cui il mondo si dividerebbe secondo Nicolas Fiorillo, detto o’Maraja. Soprannome che viene da un importante locale di Posillipo, la sua ossessione, eretto sugli scogli come una fortezza inespugnabile, caratterizzato da una splendida balconata direttamente sul Golfo e “su cui Nicolas immaginava passeggiassero gli uomini che voleva diventare”. È lui, l’aspirante boss, un bambino che si atteggia a uomo, che vuole prendersi tutto e subito perché “i soldi li ha chi se li prende”. Così sceglie altri ragazzini come lui, dai soprannomi apparentemente innocui, come Dentino, Biscottino e Lollipop solo per citarne alcuni, per creare una paranza, una che però non deve dipendere da nessuno perché se è vero che devono fare i soldi, è altrettanto vero che devono comandare.
Continua a leggere la recensione de La paranza dei bambini di Roberto Saviano.

Ma cos’è una paranza? È una piccola imbarcazione che intrappola pesciolini che possono essere cucinati solo se fritti insieme; sta ad indicare in gergo, mutuando il termine dal mondo marinaio, un vero e proprio gruppo di criminali tutti giovanissimi e guizzanti di vita, nuova espressione della camorra. Attraverso droga, estorsioni, rapine, armi e omicidi, o’Maraja e i suoi cercano di raggiungere il potere e seminano terrore allo scopo di poter essere riconosciuti come capi indiscussi delle piazze e di tutta Napoli. Nessun valore, nessun rispetto, nessuna educazione, nessun rimorso. Colpire le antenne dei tetti di Napoli per esercitarsi a sparare è considerato alla stessa stregua del colpire un uomo, che se è infatti un nero a chi vuoi che importi; dimostrare di avere “armi e palle” trasformando le strade in un far west anche se poi ci scappa il morto innocente, e che problema c’è. Tutti devono sapere quanto sono spietati, adda murì mammà. Credono di sapere tutto ciò che è necessario sapere. E colpisce tanto più perché si tratta di bambini, e non di bambini vissuti in famiglie dissestate ed emarginate, ma inseriti comunque in una realtà sociale piccolo borghese. A Nicolas, padre docente di educazione fisica e madre proprietaria di una piccola stireria, poteva davvero non mancare nulla. Certo, avrebbe dovuto studiare e poi lavorare per ottenere, da adulto, un buon lavoro, ma magari non ci sarebbe riuscito e in ogni caso ci avrebbe impiegato troppo tempo. La filosofia imperante è il tutto e subito, perché la vita è adesso e domani chi lo sa.
È uno straordinario Saviano questo, perché è riuscito ad utilizzare sempre il “giusto” linguaggio attraverso un napoletano, secondo me comprensibile a tutti, che è parte integrante e imprescindibile della narrazione. Narrazione che è incalzante e frenetica fino alla fine, come la vita dei suoi personaggi. Ho trovato perfetta la descrizione dei luoghi e dei protagonisti, ognuno dei quali ha il suo perché. Angosciante il senso della storia o forse il non senso della storia. Violenza e crudeltà commiste ad innocenza e sopraffazione. Dall’epilogo prevedibile, per lo meno a mio parere, ma non per questo meno efficace e amaro. La paranza dei bambini, un libro splendido e terribile nel contempo.

A te è piaciuto La paranza dei bambini di Roberto Saviano? Lascia un commento o un link su Facebook

www.my-libraryblog.com

Commenti

commenti

Compra il libro La paranza dei bambini

Risorse su La paranza dei bambini di Roberto Saviano

La paranza dei bambini

La paranza dei bambini

Vieni via con me

Vieni via con me

Feltrinelli Editore. 2013

Il mancato riconoscimento del valore dell'Unità nazionale, il subdolo meccanismo della macchina del fango, l'espansione della criminalità organizzata al Nord, l'infinita emergenza rifiuti a Napoli, le troppe tragedie annunciate. Accanto alla denuncia c'è anche il racconto – commosso e ammirato – di vite vissute con onestà e coraggio: la sfida senz'armi di don Giacomo Panizza alla 'ndrangheta calabrese, la lotta di Piergiorgio Welby in nome della vita e del diritto, la difesa della...

Compra il libro di Roberto Saviano su Amazon

Last updated on 2017-03-06 11:00 pm CET

Notizie su La paranza dei bambini di Roberto Saviano

LA PARANZA DEI BAMBINI

LA PARANZA DEI BAMBINI

2017-01-15 - Antimafia Duemila

La paranza dei bambini narra la controversa ascesa di una paranza - un gruppo di fuoco legato alla Camorra - e del suo capo, il giovane Nicolas Fiorillo. Appollaiati sui tetti della città, imparano a sparare con pistole semiautomatiche e AK-47 mirando...

Provini attori 18-22 anni per “La paranza dei bambini”

Provini attori 18-22 anni per “La paranza dei bambini”

2017-01-17 - Teatro e Critica (Comunicati Stampa)

Per la realizzazione dello spettacolo “La paranza dei bambini”, tratto dall'omonimo libro di Roberto Saviano e scritto dallo stesso Saviano con Mario Gelardi che ne curerà la regia, si cercano attori dai 18 ai 22 anni che non dimostrino in alcun caso...

Libri, la "Paranza" di Saviano è il bestseller di Natale

Libri, la "Paranza" di Saviano è il bestseller di Natale

2017-01-05 - La Repubblica

È La paranza dei bambini, il libro di Roberto Saviano uscito il 10 novembre ed edito da Feltrinelli, il caso letterario di Natale. La storia di Maraja, Pesce Moscio, Lollipop, Dentino, Drone, e...

La paranza di Saviano, la gioventù bruciata di Napoli

La paranza di Saviano, la gioventù bruciata di Napoli

2017-01-21 - ZON.it

E' dissacrante. E' vero. E' reale. E' crudo. E' potente. Quando ti ritrovi ad aver terminato la lettura dell'ultimo lavoro di Saviano “La Paranza dei bambini”, spasmodica corsa per finire un racconto di cui forse fin dall'inizio conoscevamo l'epilogo...

Commenti

commenti

Top