La cruna dell’ago

Riassunto e recensione del libro

La cruna dell'agoQuesto libro è il primo best sellers firmato dall’autore: e La cruna dell’ago è davvero un gran bel libro. A leggere la presentazione però, sembrerebbe un romanzo dall’esito scontato, visto che tutti i manuali di storia riportano l’esito della seconda guerra mondiale, evento legato all’epilogo della vicenda: ma come spesso accade la parola “scontato” non è fatta per i giudizi su Follett.
L’idea alla base della trama è un inganno architettato dagli alleati per giocare uno scherzetto a Hitler: una finta armata, infatti, è l’astuto piano per depistare i tedeschi dal vero posto dove è previsto lo sbarco delle truppe, la Normandia, per sferrare così il colpo micidiale per l’esito della guerra. A questo punto l’autore si chiede cosa sarebbe potuto succedere se anche una sola spia fosse riuscita a svelare l’inganno e comunicarlo all’esercito tedesco: nasce così un romanzo di spionaggio e di guerra, pieno d’intrighi e colpi di scena.
Il lettore viene subito introdotto nell’Inghilterra dei primi anni ’40, fatta di tante paure verso il nemico nazista a causa dei continui bombardamenti. Ma a pochi giorni dall’attacco programmato dagli alleati, nell’esercito inglese si respira tanto ottimismo quanta tensione, per la paura che il ramificato spionaggio tedesco riesca a scoprire l’inganno: cioè che l’armata militare radunata nell’East Anglia sia solo una sceneggiata di cartone e vecchi rottami utili solo ad ingannare le foto aeree. E le preoccupazioni inglesi si concentrano tutte sulla migliore delle spie tedesche, nome in codice “Die Nagel”, l’ago, perché inafferrabile ed inseparabile dalla sua arma preferita, uno stiletto. Vivendo a Londra da molto tempo senza commettere alcun errore, Faber (questo il suo vero nome), è praticamente un insospettabile. Alcuni episodi però gli metteranno alle calcagna i servizi d’antispionaggio inglesi, guidati dal vecchio professor Godliman e dal giovane e patriottico Bloggs, pronti a tutto pur di far restare il segreto sull’isola britannica. A chiudere il cerchio dei personaggi e della storia vi è anche una coppia di giovani sposi, Lucy e David, che nel tentativo di far riprendere quest’ultimo dalle conseguenze di un incidente stradale che lo ha privato dell’uso delle gambe subito dopo il matrimonio, hanno deciso di vivere su un’isoletta abitata solo da un pastore. Capitolo dopo capitolo, verrà fuori una caccia all’uomo che farà appassionare il lettore, suscitando un forte interesse per il destino dei personaggi, estraniandoli quasi dall’andamento della guerra.
Questo romanzo storico-politico si presenta subito, come tanti libri dell’autore, con una serie di capitoli iniziali che descrivono i personaggi e le rispettive vite, spesso quasi incollegabili tra di loro; protagonista assoluto è sicuramente Faber: nonostante sia il “cattivo” della vicenda, Follett rivolge a questa figura un gran rispetto, per le sue doti e per l’acuta intelligenza che lo contraddistinguono, e perché le sue azioni, seppur criminali, sono paragonate a quelle di un soldato che combatte per difendere il proprio paese. Gli altri personaggi invece si caratterizzano tutti per aneddoti della loro vita che gli hanno segnato il carattere, e li portano ad agire di conseguenza: tra loro spicca Lucy, una donna debole all’apparenza ma capace di tirar fuori il coraggio nei momenti giusti.
Dal libro traspare al meglio lo “stile Follett”: mai eccessivamente scenografico, anche quando la frenesia dell’azione avrebbe potuto giustificarlo; ne nascono così vicende reali, ricche di particolari e concatenate perfettamente tra loro. Altrettanto bene sono inseriti nella vicenda i personaggi veri, protagonisti della seconda guerra mondiale: troviamo, infatti, Hitler, Rommel, Churchill, Goering e molti altri gerarchi del tempo, impegnati in accesi dibattiti e piccole liti tra loro.
E’ vero che tutti sappiamo che lo sbarco in Normandia fu un successo, ma il destino di ogni singolo personaggio terrà il lettore con il fiato sospeso fino all’ultima pagina.
C’è sicuramente un motivo se questo libro appassiona da trent’anni i lettori di tutto il mondo: è la suspance sotto forma di cellulosa, è capace di far affezionare ad uno spietato assassino che non somiglia per niente ai soliti supereroi o superassassini di tanti libri e film, che non stanno né in cielo né in terra; inoltre va sottolineata la qualità della ricostruzione storica realizzata, capace di illustrare con chiarezza le circostanze di vita durante la guerra, senza spezzare il ritmo del racconto con divagazioni culturali. Una lettura appassionante e scorrevole, scritta con notevole maestria, assolutamente da non farsi scappare.

www.my-libraryblog.com

La cruna dell'ago

La cruna dell'ago

La cruna dell'ago

La cruna dell'ago

Edizioni Mondadori. 2013

1941. Mancano pochi mesi, e poi soltanto settimane, al D-Day. Gli Alleati hanno radunato una finta armata aerea e navale nell'East Anglia, in modo da dirottare l?attenzione dei tedeschi verso le spiagge di Calais e allontanarla dalla Normandia, dove è effettivamente previsto lo sbarco. L?inganno sembra funzionare. Ma basta che un agente nemico, uno soltanto, scopra la verità... Il suo nome in codice è "Die Nagel", l'Ago, perché è inafferrabile e perché la sua arma preferita per uccidere è...

Triplo

Triplo

Edizioni Mondadori. 2012

1968. Il servizio segreto israeliano viene a sapere troppo tardi che l'Egitto, con l'aiuto dell'Unione Sovietica, sta approntando un arsenale di armi nucleari: una fine prematura minaccia Israele, a meno che non riesca a sua volta a costruire bombe atomiche, reperendo una fonte di uranio in assoluta segretezza e all'oscuro perfino dei suoi alleati. Impossibile, naturalmente, a meno che qualcuno riesca a rubare l'uranio... Lavorando da solo, Nat Dickstein, agente israeliano sopravvissuto ai...

La caduta dei giganti

La caduta dei giganti

Edizioni Mondadori. 2010

Primo grande romanzo di "The Century" - la nuova trilogia di Ken Follett incentrata sulla storia del ventesimo secolo - La caduta dei giganti è un'opera epica, uno straordinario affresco storico che, al pari de I pilastri della terra e Mondo senza fine , è destinato a diventare un classico.

Ken Follett, i sei libri imperdibili

Ken Follett, i sei libri imperdibili

2016-10-14 - Panorama

Follett sa muoversi anche al di fuori della storia passata, come dimostra questo serrato techno-thriller del 2004 ambientato nel presente, notevole per la costruzione dell'intreccio e dei personaggi. È la fredda vigilia di Natale e nel laboratorio dell...

Ken Follett: "Il segreto del bestseller? Avere poca fantasia"

Ken Follett: "Il segreto del bestseller? Avere poca fantasia"

2016-04-07 - La Repubblica

Ma Follett ha imparato in fretta e così, nel 1978 ecco "La cruna dell'ago", spy story ambientata durante la seconda guerra mondiale. Un successo folgorante, a cui ne sono seguiti molti altri. Oggi Follett, che domenica sarà a Genova per il festival "La...

Forever Follett, lo scrittore si racconta al San Babila di Milano

Forever Follett, lo scrittore si racconta al San Babila di Milano

2016-10-15 - Lineadiretta24

Forever Follett: Ken Follett si racconta. Domenica 16 Ottobre alle 18 al Teatro San Babila di Milano, il famoso autore di best sellers britannico incontrerà il suo pubblico. L'incontro, che avviene nell'ambito della manifestazione “Panorami d'Italia...

Ken Follett a Genova per 'La storia in piazza', alle 22.30 su ...

Ken Follett a Genova per 'La storia in piazza', alle 22.30 su ...

2016-04-10 - Primocanale

Una carriera cominciata negli anni Settanta, quando ancora faceva il giornalista, prima della svolta decisiva con “La cruna dell'ago”. Durante l'incontro a Palazzo Ducale, Follett spiegherà ai giovani quali sono i segreti per scrivere un best seller di...

Commenti

commenti

Top