Il giorno della civetta

Riassunto e recensione del libro

Il giorno della civetta

“Io ho una certa pratica del mondo; e quella che diciamo l’umanità, e ci riempiamo la bocca a dire umanità, bella parola piena di vento, la divido in cinque categorie: gli uomini, i mezz’uomini, gli ominicchi, i (con rispetto parlando) pigliainculo e i quaquaraquà… Pochissimi gli uomini; i mezz’uomini pochi, chè mi contenterei l’umanità si fermasse ai mezz’uomini… E invece no, scende ancor più giù, agli ominicchi: che sono come i bambini che si credono grandi, scimmie che fanno le stesse mosse dei grandi…E ancora più giù: i pigliainculo, che vanno diventando un esercito… E infine i quaquaraquà: che dovrebbero vivere come le anatre nelle pozzanghere, chè la loro vita non ha più senso e più espressione di quella delle anatre… Lei, anche se mi inchioderà su queste carte come un Cristo, lei è un uomo…”
Queste sono le parole che il siciliano don Mariano Arena, semianalfabeta, capomafia potente e spietato rivolge al “continentale” capitano Bellodi, emiliano di Parma, giovane, colto, ex partigiano, destinato ad una carriera di avvocato, ma rimasto in servizio in nome di alti ideali di giustizia. Due mondi a confronto, senza alcuna possibilità di mediazione o di conciliazione.

In un paese siciliano, Salvatore Colasberna, socio di una piccola impresa edilizia, viene ucciso da due colpi di arma da fuoco mentre sta salendo su un autobus che porta a Palermo. All’arrivo delle forze dell’ordine l’autobus è praticamente vuoto, il venditore di panelle che solitamente si trova alla fermata è scomparso e l’autista e il bigliettaio non hanno visto nulla. Ma Bellodi non si scoraggia davanti al muro di silenzio e omertà che gli si crea intorno. Viene così a scoprire i legami e le collusioni tra mafia e politica, gli ingenti patrimoni che circolano sui conti di certi “rispettabili” signori e quanto importanti siano le posizioni ricoperte da chi li appoggia a Roma…
Sciascia ha scritto questo racconto nell’estate del 1960, quando il Governo negava in maniera perentoria il fenomeno della mafia. Ha impiegato circa un anno per renderlo più “corto” ed evitare possibili intolleranze di chi si potesse ritenere coinvolto. E questo perché in Italia “non si può scherzare né coi santi né coi fanti: e figuriamoci se, invece che scherzare, si vuol fare sul serio”.

www.my-libraryblog.com

Il giorno della civetta

Il giorno della civetta

Adelphi. 2011

Pubblicato nel 1961, Il giorno della civetta è l’opera più nota di Leonardo Sciascia, nonché la prima rappresentazione romanzesca della mafia, capace di diradare la nebbia dell’omertà e di illustrare il passaggio di Cosa Nostra dal mondo contadino a quello degli appalti, delle commesse e di altre realtà «cittadine», non più regionali ma nazionali e internazionali.

Come leggere Il giorno della civetta di Leonardo Sciascia

Come leggere Il giorno della civetta di Leonardo Sciascia

Leonardo Sciascia: "Il giorno della civetta" - Una analisi

Leonardo Sciascia: "Il giorno della civetta" - Una analisi

GRIN Verlag. 2016

Seminar paper from the year 2002 in the subject Romance Languages - Italian and Sardinian Studies, grade: 2, Dresden Technical University (Romanistik), language: Italian, abstract: Sull' autore "Un critico letterario dei nostri giorni ha dichiarato che non riesce a capire come si possa legare ad un luogo una vita, e l'opera di tutta una vita; da parte nostra non riusciamo a capire come si possa fare critica senza aver capito questo inalienabile ed inesauribile rapporto, in tutte le sue...

Leonardo Sciascia e i comunisti

Leonardo Sciascia e i comunisti

Feltrinelli Editore. 2010

Il rapporto di Leonardo Sciascia con la politica è centrale in tutta la sua opera di scrittore e polemista. E su questo rapporto si sono dette tante cose: comunista o no? Anticomunista o meno? La polemica nei suoi confronti si è fatta rovente nel momento in cui scelse di candidarsi nelle liste del Pci alle elezioni comunali di Palermo nel 1976 e, in senso opposto, quando nel 1978 si dimise dal Consiglio comunale. Polemiche rinnovate quando nel 1979 Sciascia fu eletto deputato nazionale ed...

Last updated on 2017-03-27 1:12 pm CEST
“Questa Mafia”, il Maggiore Renato Candida “torna” ad Agrigento

“Questa Mafia”, il Maggiore Renato Candida “torna” ad Agrigento

2016-12-08 - Malgrado Tutto Web (Satira) (Comunicati Stampa) (Registrazione) (Blog)

Il 13 dicembre a Casa Sanfilippo la presentazione del libro scritto dall'Ufficiale dei Carabinieri che negli anni cinquanta comandò il Gruppo Carabinieri di Agrigento. Al Maggiore Renato Candida si ispirò Leonardo Sciascia per il suo Capitano Bellodi...

Il giorno della civetta, ritratto del passato o realtà attuale?

2016-12-04 - quotidianodigela.it (Satira) (Comunicati Stampa) (Registrazione) (Blog)

Questo dimostra che non bisogna giudicare un attore o un regista secondo pregiudizi, la buona riuscita di un opera dipende anche da condizioni esterne e nel caso de “il giorno della civetta” tali condizioni erano perfette. Già Leonardo Sciascia era...

Renzi se ne vada subito

Renzi se ne vada subito

2016-12-07 - Affaritaliani.it

In uno scenario internazionale carico di tensione e in uno nazionale percorso dalle scariche elettriche di un referendum tracotante di superbia che ha visto...

Gli appuntamenti di martedì 6: Maratona Dylan - Repubblica.it

Gli appuntamenti di martedì 6: Maratona Dylan - Repubblica.it

2016-12-06 - La Repubblica

Gli appuntamenti di martedì 6: Maratona Dylan E' l'anno di Bob Dylan, questo è certo. Che sia piaciuta o meno la scelta del Nobel per la letteratura al cantautore...

Commenti

commenti

Top