Il cavaliere inesistente – Italo Calvino

2007-01-30T00:00:00+00:00 By |
IBS Amazon
LaFeltrinelli Mondadori
IBS Amazon LaFeltrinelli Mondadori

Il cavaliere inesistente

Questo romanzo di Calvino, Il Cavaliere inesistente, si affianca a Il visconte dimezzato e a Il barone rampante creando una triade di figure fantastiche, quasi una genealogia di antenati dell’uomo moderno. Carlo Magno ispeziona le sue truppe e solo un cavaliere sembra quasi irreale: armatura bianca, lucida e pulita, portamento regale. Si tratta di Agilulfo Emo Bertrandino dei Guildiverni e degli Altri di Corbentraz e Sura, cavaliere di Selimpia Citeriore e Fez. E’ un soldato impeccabile, dalla grande nobiltà d’animo, sempre pronto a difendere i più deboli, a riparare torti, a compiere il proprio dovere con una forza straordinaria. Ha soltanto un difetto: non esiste! La sua intera consistenza è data dall’ armatura vuota; è la stessa armatura a farsi cosciente attraverso una ferrea volontà. Così, in maniera ironica e fiabesca, vengono narrate le avventure del cavaliere inesistente Agilulfo in un misterioso medioevo di fantasia. Egli suscita sentimenti contrastanti: malevolenza, nei sottoposti e nei suoi pari grado ai quali impartisce ordini e dispensa critiche; ammirazione, nei giovani come Rambaldo di Rossiglione, desideroso di vendicare la morte del padre; amore, in donne come l’amazzone Bradamante, stanca di tutti gli uomini esistenti, ma in un certo senso privi di contezza di sè.
Personaggio chiave de Il cavaliere inesistente e scudiero di Agilulfo è Gurdulù. Questi differisce totalmente dal protagonista. Appare infatti come un essere senza alcuna consapevolezza, che tenta d’essere qualcuno o qualcosa di diverso in ogni occasione e con il quale è impraticabile qualsivoglia rapporto. Egli esiste, ma non sa di esserci; per converso Agilulfo non esiste, ma pensa di esserci e soprattutto desidera esserci.
Il cavaliere inesistente è un must della letteratura del Novecento. Calvino sa evidenziare con maestria la solitudine dell’uomo; sa sottolineare il vuoto di umanità che pervade il mondo circostante; sa descrivere l’incongruenza tra essere e sentire attraverso una narrazione fantastica, viva, geniale e per certi versi magica.

A te è piaciuto Il cavaliere inesistente di Italo Calvino? Lascia un commento o un link su Facebook

www.my-libraryblog.com

[fbcomments]

Compra il libro in uno dei più grandi portali italiani!

IBS Amazon
LaFeltrinelli Mondadori