Demian – Hermann Hesse

2008-03-06T00:00:00+00:00 By |
IBS Amazon
LaFeltrinelli Mondadori
IBS Amazon LaFeltrinelli Mondadori

DemianScritto durante la prima guerra mondiale Demian, sottotitolo: Storia della giovinezza di Emil Sinclair, è un romanzo di Hermann Hesse pubblicato per la prima volta nel 1919.

Queste alcune delle frasi con cui ha inizio il racconto di Emil Sinclair:

[…] La mia storia ha per me più importanza di quanta non ne abbia per altri scrittori la loro; è infatti la mia, è la storia di un uomo non inventato e possibile, non ideale e in qualche modo non esistente, ma di un uomo vero, unico, vivente. Certo, che cosa sia un uomo realmente vivo si sa oggi meno che mai, e perciò si ammazzano gli uomini in grandi quantità, mentre ognuno di essi è un tentativo prezioso e unico della natura. Se non fossimo qualcosa di più di uomini unici, se si potesse veramente togliere di mezzo ognuno di noi con una pallottola, non ci sarebbe ragione di raccontare storie. Ogni uomo però non è soltanto lui stesso; è anche il punto unico, particolarissimo, in ogni caso importante, curioso, dove i fenomeni del mondo s’incrociano una volta sola, senza ripetizione. Perciò la storia di ogni uomo è importante, eterna, divina, perciò ogni uomo fintanto che vive in qualche modo e adempie il volere della natura è meraviglioso e degno di ogni attenzione.
[…] La vita di ogni uomo è una via verso se stesso, il tentativo di una via, l’accenno di un sentiero. Nessun uomo è mai stato interamente lui stesso, eppure ognuno cerca di diventarlo, chi sordamente, chi luminosamente, secondo le possibilità.
[…] Tutti noi abbiamo in comune le origini, le madri, tutti veniamo dallo stesso abisso; ma ognuno, tentativo e rincorsa dalle profondità, tende alla propria meta. Possiamo comprenderci l’un l’altro, ma ognuno può interpretare soltanto se stesso.

Il racconto ha dei forti risvolti autobiografici e fu probabilmente il risultato di un grande malessere interiore vissuto dall’autore negli anni della prima guerra mondiale. E’ la storia della giovinezza di Emil Sinclair narrata in prima persona. Emerge subito l’esistenza di due mondi separati da cui Emil è ugualmente attratto. Da una parte oscurità e male, dall’altra luce e bene; da un lato un mondo di giustizia, chiaro e lecito, dall’altro un mondo cattivo, buio e proibito. Vive in una famiglia che lo ama, che gli insegna i buoni sentimenti e i valori del rispetto, dello studio e del dovere. Ed in effetti c’è una parte di Emil che vorrebbe fortemente vivere una vita esemplare come quella dei suoi genitori, ma in lui è presente anche una innata propensione alla sregolatezza e a tutto ciò che è tenebroso e enigmatico. Questa inclinazione lo rende succube, all’età di circa dieci anni, di un ragazzo malvagio dal quale subirà tutta una serie di atti di violenza. Ma qui interviene in suo aiuto un altro compagno di scuola, Max Demian, che lo aiuta liberandolo dalla dipendenza di Kromer e iniziandolo ad un lato della vita misterioso ed affascinante. Demian ha un incredibile carisma, sembra non avere tempo e per Sinclair brilla come un astro del cielo, come una guida sempre presente nonostante i due trascorrano diversi periodi lontani.
Quando uscì per la prima volta Demian ebbe un incredibile successo. Soprattutto il pubblico giovanile lo apprezzò essendo profondamente turbato e scosso dall’evento della prima guerra mondiale. Per me è un piccolo capolavoro per diverse ragioni la prima delle quali è la maniera in cui Hesse sa raccontare le difficoltà di diventare uomini, di uscire dal guscio, per il sentiero faticoso e tormentato, costellato di insidie e tentazioni che tutti noi percorriamo vivendo e crescendo in qualche modo.
Per tutti coloro che vivono passioni e desiderano conoscere il mondo, ma più di ogni altra cosa aspirano a conoscere se stessi.

www.my-libraryblog.com

Compra il libro in uno dei più grandi portali italiani!

IBS Amazon
LaFeltrinelli Mondadori