Cronaca di una morte annunciata

Riassunto e recensione del libro

Cronaca di una morte annunciata

“Il giorno che l’avrebbero ucciso, Santiago Nasar si alzò alle 5,30 del mattino per andare ad aspettare il battello con cui arrivava il vescovo. Aveva sognato di attraversare il bosco di higuerones sotto una pioggerella tenera, e per un istante fu felice dentro il sogno, ma nel ridestarsi si sentì inzaccherato da capo a piedi di cacca d’uccelli”.
Dopo la nottata di festeggiamenti che aveva seguito il matrimonio di Angela Vicario e Bayardo San Roman, Santiago era tornato a casa, aveva indossato un paio di pantaloni ed una camicia di lino bianco ed era sceso per andare a vedere il vescovo. Non poteva immaginare che quello sarebbe stato il suo ultimo giorno… Fu una morte annunciata, sin dalle prime ore della notte. Tutti infatti in paese sapevano quali erano le intenzioni dei fratelli Vicario, ma nessuno cercò di fermarli. Forse perché non credevano che sarebbero andati fino in fondo in quel loro terribile proponimento; forse perché il battello del vescovo era ormai nel porto; forse perché ritenevano che il disonore dovesse essere lavato con il sangue o forse più semplicemente per menefreghismo e omertà.
Così Santiago Nasar finì squartato come un maiale, poco più che ventenne, davanti alla porta della propria casa, un ingrato lunedì. Fatalità, caso, sorte avversa, beffa… Tutti elementi che si intrecciano in una storia da cui emergono le grandi abilità narrative dell’autore.
Un piccolo libro da leggere tutto d’un fiato!

www.my-libraryblog.com

Cronaca di una morte annunciata

Cronaca di una morte annunciata

Edizioni Mondadori. 2010

Basato su un fatto reale, Cronaca di una morte annunciata è un romanzo magistrale che sa fondere i toni della tragedia antica con il ritmo di una detective story in una grandiosa allegoria dell'assurdità della vita, l'apoteosi della fatalità.

Cronaca di una morte annunciata

Dell'amore e di altri demoni

Dell'amore e di altri demoni

Edizioni Mondadori. 2016

Da un'antica tomba nel convento delle clarisse di Cartagena emerge una lunghissima chioma rossa. Dal singolare evento, cui il giovane Garcia Màrquez, allora cronista alle prime armi, si trovò ad assistere, scaturisce questo affascinante racconto pubblicato nel 1994, con il quale Gabo torna alle atmosfere di "Cent'anni di solitudine" e ai temi dell'"Amore ai tempi del colera", la passione erotica che diventa malattia, metafora della letteratura e della vita. Al centro della vicenda,...

Memoria delle mie puttane tristi

Memoria delle mie puttane tristi

Edizioni Mondadori. 2010

Memoria delle mie puttane tristi è l'emozionante riscoperta dell'universo fantastico e inimitabile di uno dei massimi e più amati scrittori contemporanei, un atto di magia narrativa che si impossessa dei nostri sentimenti.

Cronaca di una morte annunciata

Cronaca di una morte annunciata

2016-12-06 - FUTURO EUROPA quotidiano online

Come in un famoso romanzo di Garcia Marques, la sconfitta di Renzi era stata largamente annunciata. Lo avevamo scritto più volte, non solo per i sondaggi, ma fiutando l'aria del tempo. Anche tra gli italiani nel mondo, in cui forse il Premier sperava...

Sanb. L'infinita storia della società destinata a gestire lo smaltimento ...

Sanb. L'infinita storia della società destinata a gestire lo smaltimento ...

2016-12-06 - da Bitonto

La questione Sanb è tornata in questi giorni ad arroventare la politica bitontina. In particolare dopo quanto emerso sui debiti della Servizi Ambientali per il Nord...

Prete anti-narcos «suicidato», giallo in Argentina

Prete anti-narcos «suicidato», giallo in Argentina

2016-11-16 - Avvenire.it

Questa sembra la cronaca di una morte annunciata e “comoda” per alcuni. Almeno tanto si potrebbe dedurre da menzogne, smentite, voci di corridoio diffuse “ad arte” e spesso rilanciate dalla stampa, allo scopo di calmare le acque e assicurare che no...

Palasport addio, Genova perde anche il Superbowl

Palasport addio, Genova perde anche il Superbowl

2016-11-18 - La Repubblica

Ecco, allora, che la cronaca di una morte annunciata del padiglione S, vuoto a data da destinarsi e "vicino di casa" del padiglione C dove, in emergenza, la Prefettura ha riassegnato alla Croce Rossa la prima accoglienza dei migranti, è approdata in...

Commenti

commenti

Top