L’uomo di Praga – Carlo Sgorlon

La sera di Santa Lucia, nel piccolo borgo friulano di Naularo, arriva Alvar Kunslica. E’ un personaggio misterioso, intorno alla quarantina, dalla singolare prestanza fisica, indossa talvolta il frac e il cappello a cilindro e guida una carrozza stemmata. Gli abitanti del paese fingono indifferenza e non fanno domande, ma in fondo sono divorati dalla curiosità. E’ un ingegnere specializzato in ottica e viene dalla Boemia per introdurre un’invenzione che fa sognare la gente: il cinema muto. I soldi che spende senza alcuna misura sono di gran lunga superiori ai proventi delle sue sale cinematografiche: la gente si chiede da dove provengano e

Top