Tecniche di seduzione – Andrea De Carlo

Andrea De Carlo ha pubblicato Tecniche di seduzione nel 1991. Roberto Bata è un giovane giornalista che lavora, con un contratto da praticante in quanto non ha ancora superato l’esame, nella redazione del periodico milanese Prospettiva. La sua vita professionale non è affatto soddisfacente, lontana anni luce dalle sue aspettative e dai suoi desideri, ed anche l’ambiente milanese è triste e soffocante. Sta scrivendo il suo primo romanzo e questo suo impegno lo allontana ulteriormente dalla vita coniugale con Caterina. In maniera del tutto casuale fa la conoscenza del brillante e carismatico Marco Polidori, scrittore famoso sia Italia che all’estero. Gli apprezzamenti

Di noi tre – Andrea De Carlo

Di noi tre è il libro di Andrea De Carlo che preferisco dopo Due di due. “Misia Mistrani l’ho conosciuta il 12 febbraio del 1978. Al mattino mi ero laureato in storia antica, con una tesi sulla Quarta Crociata che aveva provocato una quasi-rissa con la commissione per come mi era venuta polemica e coinvolta, dopo di che ero stato liquidato con 110 senza lode, anche se avevo lavorato un anno e scritto duecentocinquanta pagine abbastanza appassionate e documentate. Il presidente mi aveva detto nella sua voce monocroma << La Storia è prospettiva. Non si può parlare di eventi d i

Treno di panna – Andrea De Carlo

Pubblicato nel 1981 da Einaudi, Treno di panna è il romanzo d’esordio di Andrea De Carlo. E’ la storia di un ragazzo italiano, Giovanni, che si reca a Los Angeles in cerca di fortuna. Viene ospitato dagli amici Ron e Tracy che aveva conosciuto qualche tempo prima durante una vacanza. Abitano ai piedi della freeway; è un luogo squallido dove automobili e tir sfrecciano a tutte le ore rendendo l’aria irrespirabile. Hanno un sogno nel cassetto che è comune alla stragrande maggioranza delle persone che vivono a Los Angeles: il cinema. La convivenza con i due si rivela presto difficile

Uto – Andrea De Carlo

Uto è uno dei personaggi più belli creati da Andrea De Carlo. E’ un ragazzo dal talento straordinario, un giovane pianista fuori dal comune. Ha un carattere ribelle, introverso e per certi versi crudele. Dopo il suicidio del patrigno, la madre, che è molto preoccupata, decide di fargli trascorrere qualche tempo presso una famiglia di amici che vive in una comunità spirituale nel Connecticut. Qui regna pace e armonia, tutti collaborano alla vita comunitaria, tutti cercano di vivere lontano dai litigi, dalle gelosie, dalle invidie. Viene accolto con calore, ma la sua presenza provoca effetti devastanti. Gli equilibri costruiti a

Due di due – Andrea De Carlo

“La prima volta che ho visto Guido Laremi eravamo tutti e due così magri e perplessi, così provvisori nelle nostre vite da stare a guardare come spettatori mentre quello che ci succedeva entrava a far parte del passato, schiacciato senza la minima prospettiva.” […] “Ho le mani in tasca e il bavero del cappotto alzato, e cerco disperatamente di assumere un atteggiamento di non appartenenza alla scena, anche se sono uscito dallo stesso portone e ho fatto lo stesso percorso faticoso solo un quarto d’ora prima. Ma ho quattordici anni e odio i vestiti che ho addosso, odio il mio

Top