Aspettando Godot

Riassunto e recensione del libro

Aspettando GodotLa celebre opera teatrale Aspettando Godot venne scritta verso la fine degli anni Quaranta e pubblicata in epoca post-atomica, nel 1952, in lingua francese. Samuel Beckett, autore di nascita irlandese ed esponente di spicco del Teatro dell’assurdo insieme a Ionesco, Adamov e Pinter, nel 1954 tradusse il testo in inglese. Il teatro dell’assurdo è un particolare genere teatrale sviluppatosi tra gli anni Cinquanta e Sessanta. Si caratterizza per i dialoghi senza significato, ripetitivi e capaci di suscitare l’ilarità del pubblico a dispetto del dramma che i personaggi interpretano. Aspettando Godot è una tragicommedia dominata dalla sensazione di incomunicabilità e dalla crisi di identità degli esseri umani che vivono una vita priva di scopo e di significato. E’ uno dei più noti testi teatrali del Novecento dove è geniale la trovata dell’autore di un protagonista assente e dove tutto è costruito intorno alla condizione dell’attesa.
Veniamo alla trama.
Nel primo atto i due vagabondi Estragone e Vladimiro, sotto un albero, in una strada di campagna, attendono un certo Godot. Non solo il luogo e l’ora dell’appuntamento sono vaghi, ma anche l’identità di Godot non è chiara. I due credono però, o forse sperano, che quando Godot arriverà, li accoglierà nella propria casa, darà loro qualcosa da mangiare e li farà dormire in un luogo asciutto. Durante l’attesa passano sulla stessa strada il proprietario terriero Pozzo che tiene al guinzaglio il suo servitore Lucky. Pozzo si ferma a parlare con i due vagabondi. Estragone e Vladimiro alternano momenti in cui sono incuriositi dall’atteggiamento del padrone Pozzo a momenti in cui sono spaventati dalla miserevole condizione del servo Lucky. Dopo la zuffa causata dal monologo erudito e a sorpresa del servo, Pozzo e Lucky riprendono il loro viaggio. Intanto è calata la sera e Godot non si è fatto vivo. Giunge però un suo messaggero, portando loro le sue scuse, comunicando che Godot quella sera non sarebbe arrivato, ma che ci sarebbe stato certamente il giorno dopo. I due sono sconfortati, meditano addirittura il suicidio, pensano poi di andare via, ma poi decidono di restare. Così si conclude il primo atto. Il dramma è poi composto di un secondo atto in cui accadono esattamente le stesse cose. Due uomini attendono un terzo uomo; il terzo uomo non arriva.
Ma chi è Godot? Numerose sono le interpretazioni: il destino, la morte, la fortuna e persino Dio. Dal punto di vista semantico Godot richiama infatti la forma inglese God. Per questa ragione l’attesa di Vladimiro ed Estragone è l’attesa di tutte le attese, l’Attesa per eccellenza. Lo stesso Beckett non ha mai chiarito questo enigma ed anzi si è così espresso: “Se avessi saputo chi è Godot lo avrei scritto nel copione.”. Negli altri due personaggi, Pozzo e Lucky, molti hanno voluto vedere il capitalista e l’intellettuale ed in effetti gli elementi per questa identificazione sembrano piuttosto chiari nel primo atto.
Questa è un’opera geniale, certamente controversa, ma rappresenta una rivoluzione del teatro contemporaneo. I suoi dialoghi inconcludenti, i suoi silenzi, le sue pause hanno contribuito ad una creazione originale e straordinaria. Forse analizza persino il linguaggio o l’esaurirsi del linguaggio, nel senso che la comunicazione tra gli esseri umani è sempre più scarsa. Sempre più frequenti, al contrario, sono le barriere di comunicazione, l’assurdità, il nonsense della vita stessa.

www.my-libraryblog.com

Aspettando Godot

La poetica di Samuel Beckett. Il fallimento dell'artista.

La poetica di Samuel Beckett. Il fallimento dell'artista.

Margherita Melara. 2016

Che cosa significa essere un artista? Samuel Beckett, che vinse nel 1969 il Premio Nobel per la letteratura, diede la risposta attraverso la sua poetica. Fu scrittore, autore e regista. Si misurò con tutti i mezzi di comunicazione del suo tempo: la scrittura, il teatro, la radio, il cinema e la televisione. Se gli strumenti sono diversi, una concezione artistica precisa lega le sue opere tra loro. A questa, Beckett rimarrà fedele durante tutto il suo percorso creativo e la si potrà cogliere...

Mal'essere (Aspettando Godot si può morire)

Mal'essere (Aspettando Godot si può morire)

Lino Alerci. 2016

Sicilia, 1980. Gli anni '70 se ne sono definitivamente andati. Ormai nel cosiddetto riflusso ci stanno annegando furori ideologici, impegno politico, doveri civili e rabbia di classe. Anche il privato si sta staccando dallo scomodo angolo del politico dove era stato sistemato dal ciclone del '68. La FIAT vincerà una estenuante vertenza sindacale per licenziare oltre 14.000 operai; i cantieri navali di Danzica verranno occupati dagli operai polacchi guidati dal fondatore di Solidarnosc, Lech...

La concezione del tempo in Samuel Beckett. Le opere teatrali

La concezione del tempo in Samuel Beckett. Le opere teatrali

Youcanprint. 2014

Samuel Beckett, il teatro, il tempo. Un viaggio attraverso lo studio delle opere del drammaturgo irlandese, per cogliere la sua concezione del tempo. Tesi di laurea, ora pubblicata dopo dieci anni dalla sua stesura, per vivere una vita nuova: da tesi a libro per chi ama il grande drammaturgo di inizio '900.

L'emozione di uno sguardo. Intervista ad Alessandro Averone

L'emozione di uno sguardo. Intervista ad Alessandro Averone

2016-12-07 - Resto al Sud

Hai portato in scena “Aspettando Godot'”di Samuel Beckett. Posso chiederti perchè proprio il drammaturgo irlandese? In cosa consiste la sua geniale modernità? “Aspettando Godot”, esattamente come molti altri testi classici, ha una costante modernità...

Samuel Beckett: profilo, opere e citazioni

Samuel Beckett: profilo, opere e citazioni

2016-11-22 - GraphoMania (Blog)

Dopo l'occupazione tedesca del 1940, Beckett si unì alla Resistenza francese. Nel 1970 pubblicò il suo quarto romanzo, Mercier e Camier, precursone di Aspettando Godot, la sua opera più famosa. Scritta inizialmente in francese, risale al 1948 e il 1949...

I vandali del sottopasso di via Verdi ripresi da tre telecamere

I vandali del sottopasso di via Verdi ripresi da tre telecamere

2016-12-09 - ladigetto.it

Non c'è da chiedersi perché abbiano voluto imbrattare i dipinti, perché fa parte dell'assurdo che accompagna la condizione umana e che Samuel Beckett ha portato in scena ormai da anni con ioere come Finale di Partita o Aspettando Godot. Un giorno, il...

I fatti esposti sono accaduti tra San Antonio Spurs-Los Angeles ...

I fatti esposti sono accaduti tra San Antonio Spurs-Los Angeles ...

2016-11-24 - Play.it USA

Volendo forzare qualche similitudine, lo possiamo considerare da qualche stagione una rappresentazione in chiave moderna di una celebre fatica del drammaturgo Samuel Beckett: “Aspettando Godot”. Uno spettacolo che ha fatto epoca negli anni 50' e che...

Commenti

commenti

Top