Libri2019-03-08T21:21:33+00:00

Aforismi e piccoli passi

Le nostre ultime recensioni

Una donna può tutto – Ritanna Armeni

Una donna può tutto – Oggi mi sembra una buona occasione per scrivere di un libro coinvolgente sia per le sue implicazioni femministe che per quelle storiche. “Una donna può tutto”, edito Ponte alle Grazie e scritto da Ritanna Armeni, è la storia delle Streghe della notte, un reggimento sovietico composto da sole donne. Grazie alla testimonianza dell’anziana e “ultima Strega” Irina Rakobolskaja, la Armeni ha puntato un riflettore su una particolarissima esperienza, relegata in qualche angolo della memoria storica, svoltasi nell’Europa di inizio anni Quaranta. Per quanto la Russia fosse a quei tempi un luogo in cui il lavoro femminile aveva già acquisito un certo peso sociale ed anche in guerra alcune donne avevano ruoli prettamente militari, un battaglione di sole donne non si era mai formato prima di allora. Accadde grazie alla tenacia dell’aviatrice Marina Raskova.

Di lei si diceva che avesse sbattuto con forza il pugno sulla scrivania di Stalin esclamando “Una donna può tutto”. Che questo episodio sia vero o meno poco importa, quello che qui si vuole sottolineare è che “Una donna può tutto”, motto del reggimento, è soprattutto una storia di emancipazione, di coraggio e di audacia. Una vicenda nella quale donne determinate hanno combattuto su almeno due fronti. Prima ancora delle battaglie contro i nazisti hanno affrontato gli scontri con gli stessi uomini dell’Armata Rossa, si sono ribellate alla loro diffidenza e ai loro pregiudizi. Non era certamente nell’ordine naturale delle cose che giovani donne lasciassero le loro occupazioni abituali e imparassero a volare e a combattere.

Quando l’esercito nazista invase la Russia portandosi a pochi Km da Mosca e l’Armata Rossa arretrava, il fronte russo rischiava una sconfitta pesantissima. Ed anche se l’istinto patriottico era incuneato sia negli uomini che nelle donne, non era ipotizzabile che si arruolassero anche queste ultime. Ma fu proprio questo che riuscirono a fare Irina e il suo gruppo costituendo un reggimento di sole donne, quello appunto delle Streghe, a cui vennero affidati i Polikarpov, caccia piccoli e duttili, invisibili ai radar.

C’è moltissimo in questa narrazione: c’è l’amore per la patria e per la disciplina, il lutto, l’amicizia, ma c’è soprattutto il desiderio di rivendicare un ruolo di parità, il bisogno di riscatto, la volontà precisa di eccellere in un campo di dominio prettamente maschile. E nelle intenzioni della bravissima Armeni c’è l’intenzione, riuscitissima, di agevolare il ricordo, di favorire quella memoria storica che tante volte latita e che tutti noi dovremmo perpetuare.

by |Marzo 8th, 2019|

Confessione di un amore ambiguo – Angelo Di Liberto

Edito Centauria, Confessione di un amore ambiguo è un romanzo di Angelo Di Liberto. Narra di Lauri e Alma, chirurgo lui, disegnatrice lei, e del loro intenso amore. Sposati da dodici anni, vivono a Palermo, nella villa Ducrot, un’antica dimora affacciata sul mare. L’incubo ha inizio una notte.Cosa ti ha spinto a riempire due valigie in fretta, quelle piccole che avevi quando ci siamo conosciuti dodici anni fa, tralasciando ciò che credevo reputassi imprescindibile, me e questa casa?Lo hai fatto per lui? Per Alfredo? Un tuo allievo, un modello dell’accademia, l’agente che ha organizzato il nostro viaggio a Barcellona, un amico occasionale.Alma scompare portando con sé un tailleur grigio, qualche gioiello e alcuni disegni. Possibile che sia andata via? Perché durante la notte lo ha chiamato Alfredo?Si innesca così lungo soliloquio da cui si evince una relazione profonda e fuori dal comune, un rapporto potente e totalizzante.Eravamo un universo a parte. Ti ho amata anche se combattevo una resistenza interiore, un miscuglio di amor propri, paura, diffidenza, rifiuto di essere scoperto, che qualcosa di me venisse scalfito.Non volevo scoprirmi, svelarmi del tutto, perché un uomo innamorato è un uomo finito. Amare qualcuno senza poterci vivere accanto è come morire.

by |Febbraio 25th, 2019|

La manutenzione dei sensi – Franco Faggiani

La manutenzione dei sensi - Edito Fazi, La manutenzione dei sensi di Franco Faggiani è uno dei sei finalisti del premio Wondy. È quest’ultimo un premio letterario molto giovane, giunto alla sua seconda edizione, che vedrà l’annuncio del libro vincitore il prossimo 18 marzo al Teatro Manzoni di Milano. Un concorso a cui tengo in modo particolare perché dedicato alla memoria della giornalista e scrittrice Francesca Del Rosso, che ho sempre apprezzato, e perché seleziona opere che hanno il pregio di raccontare storie di resilienza, di determinazione e di coraggio. Tutto questo si accorda perfettamente con La manutenzione dei sensi di Franco Faggiani. Se dovessi definirlo brevemente direi che è un libro straordinariamente genuino, ricco di speranza e di umanità. Un passato di giornalista e scrittore affermato, un presente piuttosto confuso, un futuro che appare allo sbando, caratterizzano uno dei protagonisti principali, Leonardo Guerrieri. La perdita della moglie Chiara ha completamente destabilizzato il corso della sua vita.

by |Febbraio 18th, 2019|

Da un altro mondo – Evelina Santangelo

Edito Einaudi e scritto da Evelina Santangelo, Da un altro mondo è un libro che mi ha profondamente colpito. A distanza di settimane dalla fine della lettura continua a echeggiare nella testa. Non è questo un libro adatto a chi voglia dormire sonni tranquilli; non è nemmeno adatto a chi non si ponga domande, o meglio, certe domande; è piuttosto per chi si interroghi su quel che sta accadendo nel mondo, per chi si chieda quale sia il senso della letteratura, cosa voglia dire fare letteratura in questi tempi difficili, in questi tempi bui, come ha detto la stessa autrice.

by |Febbraio 5th, 2019|

Insegnaci come si vola – Fabio Baronti

Insegnaci come si vola - Fabio Baronti - Edito Edizioni La Gru, Insegnaci come si vola è il libro d’esordio di Fabio Baronti. Ambientato a Verona, tra il 1985 e il 1990, narra la storia di un maestro delle scuole elementari, nel periodo in cui il maestro era ancora unico, e della sua classe. È un racconto autobiografico con il quale l’autore ha voluto omaggiare chi ha fatto dell’istruzione un valore di vita.

by |Gennaio 31st, 2019|

Storia del nuovo cognome. L’amica geniale. Vol. 2 – Elena Ferrante

Piaccia o meno, anche il prosieguo de L’amica geniale, Storia del nuovo cognome, secondo volume della quadrilogia di Elena Ferrante, continua a riscuotere notevole successo, posizionandosi tra i primi posti delle classifiche dei libri più letti nelle ultime settimane. Complice il successo della serie televisiva diretta da Saverio Costanzo, la Ferrante vende più di quanto si potesse immaginare.

by |Gennaio 11th, 2019|
Naviga tra tutte le recensioni

Le novità editoriali del mese

Seguimi su Facebook

Fate come gli alberi: cambiate le foglie, ma conservate le radici. Quindi, cambiate le vostre idee ma conservate i vostri princìpi.

Victor Hugo
Recensioni