Libri

riassunti, recensioni, commenti e vendita di libri.

Occhio della dea di Stefano Giovanni Muscolino

Posted on | agosto 29, 2011 | No Comments

L’Occhio della Dea, è un romanzo d’avventura d’ispirazione storica con una buona dose di fantasy, il cui protagonista racconta le sue gesta come se il tutto fosse la sua stessa autobiografia. Per cui il racconto procede in prima persona e si compone in ben 376 pagine suddivise il XXI capitoli, ogni capitolo presenta un’icona introduttiva realizzata dallo stesso autore. Ma veniamo alla storia vera e propria, Cristòbal Ortega è un giovane ragazzo che vive su di un’isola tropicale nel 1572 governata dagli spagnoli, la sua origine è mista (da parte di padre spagnolo e da parte di madre indigeno, precisamente della tribù dei quemi). Fin da piccolo si ritrova orfano e senza una famiglia a cui far riferimento, viene cresciuto come se fosse suo figlio dal gestore di una taverna, Ferdinandez Valencia, insieme alla di questi figlia legittima Christina. I due ragazzi ormai cresciuti, iniziano a provare qualcosa di più di una semplice amicizia, ma nessuno dei due è ancora pronto per dichiararsi. La vita tranquilla di Cristòbal, come del villaggio, viene però interrotta dall’arrivo di una nave dei corsari, con al capo Sir Henry Murdock. Con la speranza di un lavoro migliore, il giovane verrà convinto a salire sulla nave, senza però rendersi conto di cosa lo attenda, una volta scoperto il trucco sarà ormai difficile venirne fuori e la sua vita si trasformerà in un incubo, soppratutto quando dopo la sua fuga dalla nave inglese, sarà la amata Christina a finire catturata.

Marcello Mariano presenta John Dog

Posted on | agosto 16, 2011 | No Comments

“Secondo i piani del destino, io dovrei essere il prossimo ad abbandonare la vita terrena. Secondo i miei piani no.”
Marcello Mariano è uno scrittore esordiente, e si apre la strada verso la letteratura con il suo primo romanzo “John Dog: I Cinque”. “I Cinque” è un romanzo che ruota attorno alla figura di John Dog, un giovane promessa nel mondo della magia, politica e scienza che decide di sacrificare la propria personalità dividendosi in cinque parti diverse, per rimanere un involucro senza sentimenti, ai fini dello studio. John è presuntuoso, saccente ed è questo suo carattere che lo condannerà a morte. Ma John non è arrogante in quel modo senza motivo,e senza scomporsi evocherà un guerriero del passato, con il compito di riportargli le sue cinque parti mancanti. Ma qualcuno trama nell’ombra…
Con questo dal titolo edito dalla casa editrice Ebook Vanilla, Marcello Mariano non ci parla solo di una storia di maghi e stregoni, ma parla di altro, parla della politica che cerca l’utopia perfetta, parla della ricerca del proprio io, e di come il destino sia semplicemente una traccia, con la decisione se seguire o no. Questa però è anche la storia che contiene varie denuncie, e Marcello riesce a farle sentire: Inserendo una venatura del genere steampunk, quindi parlando della rapida rivoluzione industriale, Marcello denuncia i danni dell’inquinamento senza scrupoli e della speculazione edilizia, e con la scia della fanta politica, denuncia corruzione, sbagli, associazioni a delinquere e giochi di potere, grazie anche ai suoi studi di giurisprudenza. La figura che Marcello Mariano ci porta a conoscere, non è solo quella di John Dog, ma di tutto l’universo attorno a lui, con amicizie, invidie ed amori. Si scoprirà John Dog l’onnisciente per poi scoprire John Dog il misero mortale, Si esplorerà la psiche di Dirk Demon, il guerriero evocato, potente, invincibile, ma costantemente divorato da incubi e tormentato dalle sue stesse capacità. Attorno a questi due personaggi, ruoteranno altri comprimari importanti, che daranno vita ad indagini, trame e sottotrame con una dose giusta di humor.
Marcello Mariano ha pubblicato gratuitamente su Ebook Vanilla, una casa editrice che aiuta e sprona autori conosciuti e non. A differenza di molte case editrici gratuite, Ebook Vanilla si allontana dall’esperienza di copisteria come i book on demand e self publishing, in quanto mette in vendita il libro in formato virtuale e cartaceo, ed attribuisce il codice ISBN. Ebook Vanilla è quindi la più grande opportunità che può avere uno scrittore esordiente”.

Il libro si può comprare al seguente link:

http://www.ebookvanilla.it/john-dog-i-cinque.html

Non dimenticando inoltre la pagina fan

http://www.facebook.com/pages/John-Dog-I-Cinque/110762019019848

Lavoro Rubato

Posted on | agosto 8, 2011 | No Comments

A cominciare dalle citazioni di apertura, in cui le parole dei nostri governanti sono la testimonianza più amara della deriva della nostra classe dirigente, arrogante e competente solo a fare il proprio spesso illecito interesse.

Un presidente del consiglio che invita a tralasciare il merito e a inseguire il clientelismo e l’illegalità, per non parlare di un assenteista come il ministro della pubblica amministrazione capace di accusare e offendere chi lavora davvero.

Il libro “Lavoro rubato” vuole essere uno spaccato delle ingiustizie e meschinità del mondo del lavoro, nella parte iniziale viene sottolineato il gap esistente tra il mondo della scuola e quello delle aziende, la disillusione di non poter svolgere il lavoro per cui si è inutilmente studiato.

L’autore descrive le sue esperienze e permette al lettore una sana riflessione sulle problematiche del mondo del lavoro, realtà in cui le persone sono spesso illuse e guidate, dalle stesse istituzioni che dovrebbero garantire collaborazione e tutela, in un mondo di false aspettative.

Un omaggio ai ragazzi della Tyssenkrupp. Troppo presto dimenticati da un governo che ha scritto le pagine più tristi e violente della storia della Repubblica. Morti per salvare i loro colleghi di inferno.

L’autobiografia rispecchia la condizione di molti. Da una parte la Casta, con la sua spocchiosa impunità, i suoi privilegi, la sua parassitaria e onnivora presenza, dall’altra solo la dignità di un lavoro vero e la consapevolezza amara della propria inadeguatezza in un sistema che premia raccomandati e “ruffiani”.

Il testo fotografa la realtà dell’Italia di oggi, il cui il crimine più odioso è il tentativo continuo, con falsi sotterfugi, di rubare ai giovani non solo l’attesa di un lavoro, ma anche qualsiasi barlume di speranza.

La legge Biagi, i colloqui di lavoro, l’inutilità delle agenzie interinali, la fuga all’estero delle “materie grigie”, sono analizzati dall’interno da un lavoratore.

Un paese tristemente unito da Nord a Sud grazie al Precariato e alla Disoccupazione.

Unità celebrata nel 150′ anniversario della sua fondazione.

Il Drago e l’Unicorno

Posted on | agosto 3, 2011 | 1 Comment

10 lunghi anni fa una principessa bambina, di stirpe fatata, con un gesto di grande coraggio salvò la vita ad un magico unicorno della sacra foresta di Man. L’oscuro stregone si vendicò con un terribile sortilegio: la piccola sparì senza lasciare alcuna traccia e analoga sorte infausta sarebbe spettata a qualsiasi fanciullo avesse osato avvicinarsi al bosco. Da quel triste giorno il luogo è interdetto a tutti, specialmente ai bambini.

La più potente guaritrice che si conosca viene convocata alla corte di re Uriel, giovane discendente dei draghi, temuto sovrano e grande guerriero. L’anziana taumaturga, che giunge con l’inseparabile ed enigmatico compagno di viaggio, un gatto bianco che la segue ovunque, è l’unica speranza di salvare la vita alla piccola protetta del re, ormai moribonda a causa di un improvvisa malattia che nessuno riesce a curare. Il re stesso è tormentato da continue visioni oniriche, oscure e meravigliose al tempo stesso, che lo stanno inducendo sull’orlo della follia.

Il responso della guaritrice , che sembra invecchiare a vista d’occhio, è una soluzione impossibile e apparentemente folle: la moribonda va condotta proprio nella foresta di Man, in terra proibita, sfidando la maledizione e ponendo a rischio la vita di tutti in una lotta micidiale contro il tempo.

Nulla è davvero come sembra, la realtà è un’illusione e l’illusione è la vera realtà da salvare. Le virtù esaltate come le più potenti delle armi contro il male sono la furbizia, l’altruismo e l’amore puro, quello capace di trascendere l’apparenza e abbracciare con rispetto la natura.

Il Drago e l’Unicorno è una bella ed insolita storia fantasy, da gustare.

Opera prima di Silvia Matricardi, giornalista di Ardea

“Non c’è vita senza amore e non c’è amore senza vita” la voce di Emerald risuonò nelle loro menti (…) gli unicorni erano radunati in riva al lago e li guardavano con i loro grandi occhi blu.

http://www.ebookvanilla.it/il-drago-e-l-unicorno.html

keep looking »
  • Compra il libro!

    Compra il libro su iBS Compra il libro su inMondadori Compra il libro su feltrinelli.it Compra il libro su webster.it